Home / Breaking News / Rossano, le minoranze motivano la ragione della sfiducia ad Antoniotti

Rossano, le minoranze motivano la ragione della sfiducia ad Antoniotti

di REDAZIONE

consiglio comunale rossanoArrivano le prime motivazioni ufficiali alle dimissioni con cui alcuni consiglieri comunali hanno, di fatto, determinato lo scioglimento dell’assemblea civica rossanese. “Come consiglieri di opposizione abbiano sempre sostenuto che la nostra città  è stata mal governata e mal difesa da questo Sindaco e dalla sua maggioranza di governo – si legge nella nota diramata questa mattina dai gruppi di opposizione – incapace di porre freno alle enormi spoliazioni subite: dimezzamento dell’Ospedale, chiusura del Tribunale, depotenziamento dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate, perdita di altri servizi di carattere generale ed altro. Un Sindaco ed una maggioranza interessata solo ed esclusivamente alla gestione dell’ordinario, a operazioni clientelari, a progressioni di carriere in favore di soliti noti, ad assunzione di amici e che ha pesantemente messo le mani in tasca a tutti i rossanesi. Le tasse tutte sono state aumentate alle aliquote massime previste per legge.

Preoccupati che la città in questi ultimi mesi venga sopraffatta dagli interessi elettorali, con una gestione dissennata e caotica, unanimemente e dopo serena e pacata discussione, ribadito il fallimento di Antoniotti, abbiamo deciso di rassegnare le dimissioni, sicuri, tra l’altro, che la imparzialità di un commissario prefettizio possa consentire una regolare e trasparente gestione della cosa pubblica, in vista di una campagna elettorale già entrata nel vivo.
Siamo compiaciuti che parte della maggioranza, sia pure a distanza di anni, abbia preso atto del totale fallimento della esperienza amministrativa a guida Antoniotti”.

Commenta

commenti

4 commenti

  1. Vinxi de Simone

    Perché 6 mesi prima delle nuove elezioni?

  2. SIETE PER NIENTE CREDIBILI, LO POTEVATE FARE PRIMA , PERCHE' ASPETTARE E FARE IL GIOCO CHE ORMAI TUTTI SAPPIAMO ? VERGOGNATEVI. PERCHE' IO DA PERSONA DI SINISTRA NON CI PENSO MINIMAMENTE DI VERGOGNARMI PER COLPA VOSTRA

  3. Vincenzo Lefosse

    Cari consiglieri PD, le opposizioni si fanno in Consiglio Comunale, non dal notaio. Evidentemente, fino ad ora, non avete avuto argomentazioni e avete trovato questa scusa della sfiducia, visto che a Rossano non si è mai sentito dire “l’opposizione si è opposta e ha fatto le sue proposte”. Inoltre, Tribunale, Ospedale e ogni tipo di deturpazione che ha subito questa città, va ben oltre le competenze di un Sindaco (e lo sapete benissimo), tra l’altro, il tutto è stato condito dalle responsabilità dei vostri capi Regionali che, ai tempi dei fatti, erano al Potere… Detto ciò, sul cadavere dei leoni ballano i cani pensando di aver vinto ma, i leoni restano leoni, i cani restano cani.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*