Home / Attualità / Rossano, l’abito di liquirizia al “Tales about food” di Roma

Rossano, l’abito di liquirizia al “Tales about food” di Roma

fabio-zumpano-2Food and fashion, due eccellenze Made in Italy da sempre oggetto di interesse mondiale. Un connubio perfetto tra la sana e corretta alimentazione, tema dominante di Expo Milano 2015, e la creatività tutta italiana. Due facce della stessa medaglia che esaltano il benessere e la bellezza del corpo. La moda lo veste. Il cibo lo attraversa e lo nutre. Entrambi lo proteggono e gli conferiscono equilibrio ed armonia. Su queste premesse dallo scorso martedì 19 Maggio e fino alla prossima Domenica 1 Novembre 2015, a Roma, presso i Mercati di Traiano, si svolgerà “L’eleganza del cibo. Tales abut food”. Anche Rossano avrà il suo spazio in questa grande mostra, che celebra il connubio perfetto tra la nutrizione e la moda, e che ha come fil-rouge il cibo, con un “richiamo alla natura”, alla quale parteciperà il giovane designer Tiziano Guardini con il suo ormai celeberrimo abito “Natural Couture” realizzato con vere radici di liquirizia, per la prestigiosa azienda rossanese Amarelli.
Soddisfatto l’art director Fabio Zumpano, che ha commissionato l’opera, partecipando alla sua realizzazione e che, nel più ampio contesto del progetto “La Via dell’Olio della Valle del Trionto”, di cui è direttore artistico, ha richiesto una nuova creazione allo stesso “Stilista della Natura”, che sarà realizzata con foglie di ulivo della Dolce di Rossano, per il giovane orafo Domenico Tordo, edesposta con un gioiello unico creato proprio dal Maestro crosiota, in esclusiva mondiale per Expo 2015.
L’emozione – dichiara il designer Tiziano Guardini – è sempre forte quando si ha la possibilità di esibire il proprio messaggio e soprattutto quando, vedendo il tuo lavoro esposto, esprimi tutto te stesso e non puoi fare a meno di sentirti soddisfatto e onesto. Ancora grazie all’azienda Amarelli che mi ha permesso di realizzare concretamente questa scultura. Anche perché – scandisce – forse a causa di quasi tutte le mie estati trascorse nella splendida Calabria, sento ancora più forte il legame con questa terra e con i suoi frutti. Ciò che mi rende più felice – aggiunge in conclusione lo Stilista romano – è che le sensazioni che sono riuscito a carpire sono quelle che io stesso ho impresso nel creare l’abito e che continuo a provare nell’osservarlo: questo immenso amore per la natura e questa voglia di vivere rispettandola.
La moda – aggiunge Fabio Zumpano – raccoglie e assorbe tutte le sollecitazioni mediatiche, le tendenze e i cambiamenti sociali, interpretandoli con ironica creatività. E questo strano binomio che coniuga fashion and food, si inserisce benissimo nel rispetto per la natura e per l’ambiente e in quella filosofia sulla quale si fonda l’Esposizione Universale di Milano, alla quale anche i comuni afferenti all’area della Valle del Trionto hanno inteso aderire, sposando un progetto unico che ci vedrà tutti insieme protagonisti, nel promuovere il nostro territorio, con le sue bellezze paesaggistiche e le sue eccellenze gastronomiche e agroalimentari. E anche in questo contesto, grazie all’estro di Tiziano Guardini e dell’orafo Domenico Tordo, promuoveremo un’opera unica, su scala mondiale, rappresentata proprio – conclude l’Art director rossanese – dall’abito in foglie e rami d’ulivo de La Dolce di Rossano.

Gli abiti realizzati dai più grandi stilisti, dal 1950 ad oggi, insieme alle creazioni di giovani designer emergenti e di giovani talenti comporranno il percorso espositivo “L’eleganza del cibo. Tales abut food” in mostra dal 19 Maggio all’1 Novembre 2015, a Roma, presso i Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali. Un sito archeologico di rara bellezza, prestigioso per storia e per eleganza architettonica, scelto per raccontare la contaminazione tra le culture della moda e della nutrizione, con l’obiettivo di esaltarne i contenuti e chiarire l’ispirazione dalla quale è nato l’intero concept della mostra. La moda, contaminata dal “gusto”, con i suoi protagonisti traccerà un insolito e affascinante tragitto in perfetta sintonia con il tema dominante dell’Expo 2015.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*