Home / Attualità / Rossano: Itas-Itc, la sede di via Nazionale cede il passo. Istituto in ristrutturazione

Rossano: Itas-Itc, la sede di via Nazionale cede il passo. Istituto in ristrutturazione

di SERAFINO CARUSO

ragioneriaDopo anni ed anni in cui ha aperto l’anno scolastico, l’edificio di Via Nazionale cede il passo. Stiamo parlando dell’Istituto che ha ospitato per tanti anni la “Ragioneria”, l’istituto tecnico commerciale statale “Alfredo Gradilone” di Rossano. Che fino a gennaio 2016, se non di più, sarà in ristrutturazione. L’ITAS-ITC, così come si chiama dopo l’accorpamento con l’ex aziendale, si rifà il look. E nel frattempo, da lunedì prossimo, tutti i suoi studenti saranno dirottati in altri due edifici scolastici della città.
Gli studenti del liceo delle scienze umane (opzione economico-sociale), del sistema moda e del turismo inizieranno il nuovo anno scolastico nel nuovissimo plesso di Contrada Frasso (che vediamo nella foto).
Gli studenti dell’ex ragioneria, invece, oggi AFM e SIA, inizieranno il nuovo anno scolastico presso i locali dei Padri Giuseppini in Via Manzoni. La ristrutturazione non era più prorogabile.  È stato intercettato, tempo addietro, un finanziamento di circa un milione di euro per rendere a norma con i tempi l’edificio. Che dovrebbe essere riconsegnato al dirigente scolastico, al corpo docente ed agli studenti entro gennaio del prossimo anno.
L’Istituto Tecnico Commerciale di Rossano ha una lunga storia. Infatti, nasce nel 1960 come sezione staccata del Pezzullo di Cosenza ed allocato nel centro storico di Rossano, nel Palazzo Amantea (oggi chiuso, così come numerosi bellissimi palazzi rossanesi). Nel 1966 guadagna l’autonomia e, a metà degli anni ’70, dopo una sistemazione presso due padiglioni prefabbricati in zona Traforo, ottiene dalla Provincia il nuovo edificio in via Nazionale, a Rossano Scalo. Nel 1986 l’offerta formativa dell’Istituito viene ampliata con l’attivazione dell’indirizzo informatico, il Corso Programmatori. Nel 2008/2009 viene intitolato ad Alfredo Gradilone, con una manifestazione alla quale hanno partecipato diverse autorità, tra cui l’onorevole Stefano Rodotà.
L’Istituto Tecnico Femminile nasce, invece, come istituto privato nel 1959. Nel 1966 diventa statale come sezione staccata dell’ITF di Cosenza, e solo nel 1970 guadagna l’autonomia. Nel 1981 viene annesso al PACLE. Nel 1996 viene intitolato a Don Pedro Poveda. Nel 1998 diviene ITAS. Nel 2000/2001 viene  istituito il progetto assistito ITER e nel 2005/2006, grazie all’impegno di alcuni validi docenti, il corso per Dirigente di Comunità, arricchito nel 2007/2008 dal Corso Serale. Lo spostamento delle classi dell’ITAS a contrada Frasso pone adesso un problema: i trasporti.

Gli studenti ed i genitori, infatti, hanno già avanzato rimostranze circa questo problema. In questi giorni anche il Comune di Rossano si sta prodigando affinché il trasporto degli studenti da e per l’Istituto con i punti centrali della città sia assicurato.
Intanto giovedì scorso è stata pubblicata sul sito internet dell’Istituto sia l’assegnazione dei docenti che quella degli studenti alle classi. Il nuovo anno sta per partire. Studenti, ma anche insegnanti e genitori sono chiamati a fare la loro parte. Con lo studio, il giusto rigore ed il controllo costante da casa.
Ognuno faccia il suo. Senza sconti per gli studenti immeritevoli. Incentivando, invece, quelli sempre pronti a dare di più, ad apprendere e collaborare con tutto il copro docente.
In attesa dell’istituto rinnovato, intanto diciamo: auguri di buon anno scolastico.

Commenta

commenti

2 commenti

  1. Daniela Pisano

    Quanti ricordi!!!!!!! 1980/1985! 5 anni indimenticabili, nel bene e nel male!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*