Home / Attualità / Rossano, all’Istituto tecnico agrario una giornata sulla biodiversità

Rossano, all’Istituto tecnico agrario una giornata sulla biodiversità

Nell’ambito del percorso formativo ed educativo inaugurato dall’Istituto di istruzione superiore “Ettore Majorana” di Rossano, è stata promossa una stimolata giornata per lo sviluppo e per la valorizzazione di tutte quelle ricchezze presenti sul territorio come biodiversità. È con questo spirito che l’Istituto tecnico agrario diretto dalla preside Pina De Martino ha caldeggiato una giornata dedicata a questo tema; sia come scuola e sia come azienda agraria. “Noi dell’Ita – ha affermato la dottoressa De Martino – cerchiamo, attraverso il contatto con le aziende del territorio di poter far “vivere” ai nostri ragazzi l’alternanza scuola lavoro. Lo scopo di questa giornata (supportati dalla Coldiretti e dall’azienda Rivitti) è stato mirato a far acquisire non solo le conoscenze ma anche le competenze necessarie e spendibili nel mondo del lavoro.

Dunque portare i ragazzi a toccare con mano la realtà produttiva e imprenditoriale della importante fase della raccolta delle olive. In un territorio come il nostro a forte vocazione agricola. Un’operazione che costituisce una strategia decisamente vantaggiosa e orientativa. I ragazzi imparano lavorando sotto guide esperte. E apprendono il vantaggio della scelta di utilizzo di tecniche a basso impatto ambientale. Che garantiscono anche la salvaguardia della biodiversità. Nella nostra azienda agraria pratichiamo infatti coltivazioni biologiche e proteggiamo le biodiversità. Le drupe oggi raccolte sono infatti drupe di leucocarpa, cultivar rare e antiche.  Abbiamo il dovere di creare consapevolezza, orientamento lavorativo; nonché competenze d’imprenditorialità e quindi opportunità per il futuro”.

ROSSANO, DE MARTINO: DOBBIAMO ESSERE TRAINANTI SU QUESTO TERRITORIO

Il professor Giovanni Mastrangelo, direttore dell’azienda agraria, ha messo in  risalto che sono già state effettuate diverse attività, quali la potatura e la raccolta di agrumi e olive. “Faremo altre giornate dedicate al fine di preparare gli alunni a queste tematiche”. D’altronde, all’interno di questo istituto scolastico, si punta a una formazione completa. Investendo anche nella ricerca. «Dobbiamo essere trainanti su questo territorio – ha commentato la dottoressa De Martino. Che, proprio per le sue caratteristiche e per le opportunità che può offrire ai ragazzi che intraprendono questo percorso di studi, necessita di ricerca, di sperimentazione e di lavoro».

Commenta

commenti