Home / Attualità / Rossano, il manufatto dei detenuti a “Il volo”

Rossano, il manufatto dei detenuti a “Il volo”

premio-il-voloAndrà anche a IL VOLO, vincitore del 65esimo Festival di SANREMO il premio realizzato dai detenuti del carcere di Rossano. Il riconoscimento, simbolico, già apprezzato dal critico musicale Dario SALVATORI, sarà consegnato insieme al premio CASA SANREMO del maestro orafo crotonese Michele AFFIDATO. Giuseppe GRECO, coordinatore per la Calabria del dietro le quinte ospitale della kermesse canora, è già a lavoro per l’edizione 2016.
Dario SALVATORI, volto noto della tv e osservatore attento di tutto ciò avviene al Teatro Ariston e dintorni nella settimana dedicata alla musica italiana, ha molto apprezzato quel pianoforte in legno, curato nei piccoli particolari dai detenuti del carcere di Rossano. SALVATORI – ha avuto modo di intervistarlo, GRECO – si è detto riconoscente e commosso per quella voglia di riscatto che quell’oggetto cela nelle sue forme e che meriterebbe forse una maggiore attenzione. Chissà, SALVATORI potrebbe decidere di venire a salutare personalmente gli ospiti della casa circondariale diretta da Giuseppe CARRÀ.
È solo questione di giorni per la consegna del Premio CASA SANREMO, rispetto alla data del 14 febbraio, serata in cui si è concluso il Festival. Giuseppe GRECO incontrerà ed intervisterà IL VOLO.
Confermato anche quest’anno dal patron di CASA SANREMO, Vincenzo RUSSOLILLO, per il coordinamento dello spazio CALABRIA, GRECO è già a lavoro per l’edizione 2016.
CASA SANREMO – dichiara GRECO – è una vetrina che, al pari delle più importanti fiere e manifestazioni internazionali che raccolgono intorno a se operatori turistici e buyer, offre l’occasione alle aziende di farsi conoscere fuori dai confini regionali; ai territori di presentare il proprio patrimonio identitario, agli artisti di far conoscere il proprio talento. Eccellenza e qualità, sono le caratteristiche che hanno accomunato anche quest’anno i protagonisti Made in Calabria di CASA SANREMO. Da I GRADINO 23 agli ANCIA LIBERA, da Perla di Calabria, ai barman della ABP guidato da Massimo TOSCANO, dalla TENUTA LABONIA alle amministrazioni comunali di Trebisacce e Crosia, dall’EUROGRAPHIC alla MASSERIA FORCINITI, dall’AZIENDA AGRICOLA ZOOTECNICA SILANA di Domenica RUFFOLO, al GAL SILA GRECA, dal Maestro Michele AFFIDATO a IGRECO, da PEDRO’S allo chef Mario LAVORATO del patron di CASA SANREMO Vincenzo RUSSOLILLO, fino all’interior deisgner Cataldo FORMARO.
La ricerca di nuove eccellenze per l’edizione 2016 è già iniziata.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*