Home / Breaking News / Rossano, Giunta si dimette in ottica fusione

Rossano, Giunta si dimette in ottica fusione

rossanoIl sindaco di Rossano Stefano Mascaro comunica la remissione delle deleghe da parte degli assessori. L’obiettivo, in ottica fusione Corigliano-Rossano, è consentire al primo cittadino il massimo della libertà nell’apprestarsi ad affrontare la nuova fase. Ristrutturando la Giunta – si legge nella nota – rimodulando le deleghe o creandone di nuove; o, ancora, predisponendo ogni altro strumento utile. Mascaro apprezza la sensibilità dimostrata e ringrazia gli assessori Aldo Zagarese, Dora Mauro, Nicola Candiano, Angela Stella, Giovanni De Simone e Serena Flotta. Riservandosi ogni decisione all’esito delle verifiche che nei prossimi giorni farà in vista della predisposizione dell’agenda delle cose da fare; secondo le priorità e la consequenzialità logica e cronologica degli atti.

Riunitasi ad hoc per condividere una riflessione sul risultato referendario di domenica 22 scorso, la Giunta Municipale ha convenuto sulla straordinarietà del processo e dell’obiettivo in atto tra le due città. “La fusione con Corigliano – è stato ribadito dagli assessori – era ed è il perno del programma elettorale. Col quale il Sindaco Stefano Mascaro si è presentato alla consultazione della Primavera 2016; definita letteralmente la madre di tutte le questioni. Consapevole che il suo mandato avrebbe avuto una durata più breve in relazione al raggiungimento dell’obiettivo. Dimostrando così grande generosità.

ROSSANO, ORA CAMBIA COMPLETAMENTE LA PROSPETTIVA

candianoOra – hanno condiviso – si è ad un punto di svolta. Cambia completamente la prospettiva. Dall’amministrazione della Città di Rossano al governo di un processo di grande cambiamento, una vera e propria fase costituente. Con la conseguenza che nel tempo che risulterà utile prima dello scioglimento del Consiglio e del previsto commissariamento dei due comuni, occorrerà predisporre ogni atto che lo favorisca e lo rafforzi. Ciò – hanno convenuto gli assessori – in un contesto di nuovi rapporti con il consiglio comunale di Rossano, con la Città di Corigliano. E in sinergia con la Regione Calabria e le realtà sociali dell’unica grande realtà.

Commenta

commenti