Home / Breaking News / #Rossano Futura: le manovre del Palazzo non ci interessano

#Rossano Futura: le manovre del Palazzo non ci interessano

#Rossano Futura: noi ci occupiamo della città e dei cittadini

#rossano futura#Rossano Futura. I consiglieri di Rossano Futura, Tonino Caracciolo e Marinella Grillo intervengono su alcuni punti. “La comprensibile esigenza di taluni giornalisti di far vendere qualche copia in più al proprio giornale, fa perdere di vista la realtà. Quella di cui RossanoFutura vuole continuare ad occuparsi. Per questo apriamo il nostro comunicato parlando di problemi. Quelli seri, che riguardano la vita quotidiana di ognuno di noi. Grazie a chi ha pubblicato questa foto.

rossano futura

Palo divelto

rossano futura

 

Evidenzia, se ce ne fosse ancora bisogno, che i servizi comunali non funzionano.  E’ di questo che bisogna parlare come delle mille emergenze che ci assillano e delle risorse che non sfruttiamo. Noi abbiamo segnalato da mesi  il palo divelto il 12 agosto 2015, giorno dell’alluvione, sulla strada per Rossano Centro. E’ ancora lì che pende  prima di cadere sul qualche malcapitato automobilista. C’è da chiedersi chi pagherà i danni?

Il Parco pubblico di  Villa Labonia abbandonato con manutenzione zero e gatti morti.

rossano futura

villa labonia

Per non parlare delle strade, come quella di Ceradonna,  chiusa al traffico sempre dal 12 agosto 2015 5 e  degli acquedotti che non “portano” acqua ma “fanno acqua”. E dei bambini del Traforo da quella stessa  data attendono che sia riparata la voragine dell’unico spazio che hanno per i loro giochi.

rossano futura

voragine

Per non parlare, ad esempio dell’impianto dei lampioni di Rossano Centro, affidato  a gente che lo distrugge o sostituisce le lampade a luce calda con immonde lampadine bianche. Ma nessuno paga. Mai.

rossano futura

Lampioni Rossano centro storico

 

ROSSANO FUTURA:  MACCHINA COMUNALE DA SMONTARE 

Si potrebbe continuare all’infinito e ne uscirebbe sempre confermato il nostro pensiero. La macchina comunale va smontata totalmente e la rotazione dei dirigenti va fatta subito. E’ un obbligo imposto dalle norme anticorruzione. Ormai non si può più sfuggire! E, soprattutto va impostato un nuovo modello organizzativo che investa su risorse umane e tecnologiche.

A fronte delle sdolcinature auto incensanti di coloro che cantano le vittorie di Pirro sull’INPS o sul fantomatico aeroporto di Sibari, siamo incalzati da quelle  emergenze che definiamo dei diritti negati: salute, lavoro, giustizia, mobilità, povertà galopaante e fame di case.  Che oggi si declinano come uno Spoke mai nato e due ospedali distrutti, Centrale Enel oggetto di un bando che richiede ben altro per attrarre investitori, Inps da difendere senza accontentarsi di inconsistenti rassicurazioni per come oggi conferma un autorevole sindacalista, Roberto Castagna, presidente del Comitato Provinciale di quell’Ente, tribunale che non torna,  piano dei trasporti e rottura dell’isolamento e via discorrendo.

ROSSANO FUTURA: I SINDACI SI UNISCANO IN UN UNICO PROGETTO E VERTENZA

Ecco perché riteniamo che i sindaci della Sibaritide si debbano unire per un progetto ed una vertenza comune a partire dalle elezioni provinciali e che quelli di Rossano e Corigliano non debbono ritardare oltre la fusione.

E’ per tutto questo che non siamo interessati a questa Amministrazione – continuano i due consiglieri – che si sta perdendo nel gioco a rimpiattino con i residuati dei coraggiosi,  i già coraggiosi nel cambiare ed, infine,  i meno coraggiosi in attesa. Tutti impegnati a rincorrere qualche “posticino” alla Provincia o qualche  “stipendiuccio da assessorino che non conta niente” anche a costo del trasversalismo e del doppiogiochismo di vecchia maniera. Una volta si chiamava trasformismo, ma è una parola troppo nobile  per lor signori.

Altro che accordicchi e strane, innaturali  alleanze contro qualcuno. Noi parliamo della città e dei cittadini. Le manovrine e le  manovrette o, ancora, le false notizie propalate ad arte, non ci interessano.RossanoFutura Tonino Caracciolo Marinella Grillo

Commenta

commenti