Home / Breaking News / Rossano Futura: alluvione 2015, non dimentichiamo

Rossano Futura: alluvione 2015, non dimentichiamo

Toninorossano futura Caracciolo e Marinella Grillo di Rossano Futura tornano a porre l’attenzione sull’alluvione del 2015. E su quanto sarebbe necessario mettere atto in termini di sicurezza alla luce del rischio idrogeologico. “Che fine ha fatto la messa in sicurezza del territorio rossanese – si legge nella nota -. E il terremoto, ci ha insegnato qualcosa? All’Amministrazione Comunale proponiamo di aprire subito un tavolo di lavoro. Sui seguenti temi

1. Censire lo stato di sicurezza degli edifici pubblici e privati principalmente nel centro storico. Alla luce del terribile sisma che ha colpito il centro Italia, la memoria deve riportarci alla storia sismica della nostra città. Per prendere le giuste misure di prevenzione del rischio tellurico. Si valuti con urgenza la situazione del Centro Storico. Poiché tanti sono gli immobili che versano in stato di degrado ed abbandono. E possono generare effetto domino come prova il terremoto del 1836 che ricorderemo il 24 e 25 aprile con un seminario ed una mostra organizzati da RossanoFutura.

A DISTANZA DI 18 MESI FOSSI E TORRENTI PRIVI DI MANUTENZIONE

Abbiamo già perso la prima tornata di finanziamenti regionali per il recupero antisismico degli edifici pubblici. Non si possono perdere ancora i finanziamenti regionali per il recupero antisismica in scadenza fra un mese. Presentiamo i progetti. Perché tanti altri Comuni dispongono già dei finanziamenti. Mentre il nostro Comune non ha presentato nessuna richiesta per i bandi precedenti.
3. Chiediamo di sapere se alla beffa del mancato risarcimento dei danni dell’alluvione del 2015 imputabile esclusivamente al Comune di Rossano (chissà se qualcuno pagherà mai?) si aggiungerà anche quella della messa in sicurezza. Perché a distanza di 18 mesi, i fossi, i torrenti, le strade, le fogne spesso mal riparate, sono ancora privi delle necessarie manutenzioni e ripristini. E Calabria Verde, assegnataria di 4 milioni di euro per i torrenti, dimostra, la sua inefficienza totale.
4. Consolidamento di Pantasima, Santa Chiara e zona Seminario. Aprire un confronto con la Regione perché nel primo blocco di interventi finanziati da ItaliaSicura Rossano non c’è.
5. Prepariamo i progetti per la sicurezza idraulica del Citrea, del Celati e del Colagnati.

ROSSANO FUTURA: PIANO DI EMERGENZA, A CHE PUNTO SIAMO?

6. Affrontiamo il tema della Protezione Civile, quella vera non quella delle feste e delle processioni. A che punto stanno il Piano di Protezione Civile ed il Piano di emergenza? I cittadini hanno ormai perso pazienza e fiducia. Spetta alle istituzioni dimostrare di meritarle! Noi ci siamo.

Commenta

commenti