Home / Attualità / Rossano, educare all’ambiente sin dalla tenera età

Rossano, educare all’ambiente sin dalla tenera età

di REDAZIONE

ecoross-staffPuntare sulla raccolta differenziata dei rifiuti per ottenere un ambiente più pulito e accogliente, ma anche per giungere ad un abbattimento dei costi a tutto vantaggio dell’utenza. Perché meno si conferisce in discarica, più si risparmia. E più si differenzia, più si ha la possibilità di godere di benefici anche sul piano economico. Da qui la necessità di incidere sulle coscienze sin dalla tenera età, per formare le nuove generazioni e puntare ad un futuro migliore. Sono questi i principi a cui si ispirano le attività didattico-educative rivolte agli istituti scolastici, per i quali ha preso il via un progetto innovativo in tema di educazione ambientale.
Un progetto curato nei dettagli, realizzato con entusiasmo, passione e professionalità per coinvolgere i più piccoli e insegnare loro il rispetto per l’ambiente. Attraverso video e racconti, che da quest’anno entreranno anche nelle scuole dell’infanzia, Ecoross ha messo a punto una nuova campagna di sensibilizzazione tesa a rendere sempre più incisivo e capillare il messaggio da diffondere, educando ad amare l’ambiente e illustrando come il riciclo dei rifiuti possa portare alla creazione di nuovi oggetti. Il progetto innovativo si chiama “Raccontare per imparare a non sprecare, a recuperare e a riciclare” ed è partito negli istituti scolastici cittadini il 6 novembre. Come ogni anno, grande attenzione viene riservata al mondo della scuola quale luogo privilegiato per promuovere comportamenti e atteggiamenti improntati all’amore e al rispetto dell’ambiente, partendo proprio dai più piccoli che diventano “vettori privilegiati” del messaggio all’interno delle proprie famiglie. A partire da questo anno scolastico, la campagna di sensibilizzazione coinvolgerà, ed è questa la novità principale, anche le scuole dell’infanzia. Sono numerose le novità contenute nel nuovo progetto, che entrerà nelle classi attraverso quattro racconti, tutti ambientati nel territorio in modo da renderli più familiari, che hanno come protagonisti sei personaggi, tra cui Mister +, il noto testimonial del più ampio progetto di igiene urbana “Più differenziata. Uniti nel separare” avviato lo scorso anno. Una serie di attività didattiche preparate con cura, attraverso le quali i piccoli alunni potranno imparare le buone norme da seguire ed appassionarsi alle avventure dei sei personaggi che rappresentano delle vere e proprie “sentinelle ambientali”. Nelle classi sarà inoltre visionato un video, realizzato appositamente per questo progetto, in cui si illustrano le varie fasi della raccolta differenziata, a cominciare dal momento del pranzo per finire ai diversi momenti della giornata. Ne è protagonista il piccolo Pietro Santella, mentre la colonna sonora è un vero e proprio“tormentone”, adattato dal testo del cantautore romano Iacopo Ratino, sulla importanza della raccolta differenziata e sulla adozione di buone pratiche ambientali quotidiane. E non è finita. Gli alunni giocheranno anche con la “macchina magica” che illustra il sistema del “riciclo” dei rifiuti trasformandoli in nuovi oggetti (dalla plastica si ottiene il pile, la carta si trasforma in libri e così via) mentre le riproduzioni dei cassonetti e delle buste per la raccolta differenziata favoriranno l’acquisizione di norme corrette in materia di separazione dei rifiuti. Insomma, un progetto completo che, studiato appositamente per i più piccoli e adattato al territorio, tiene conto delle varie fasi e delle varie forme di apprendimento. “Lo staff di Ecoross – dichiara l’amministratore unico dell’azienda Walter Pulignano – al quale vanno i miei ringraziamenti e i miei complimenti, ha svolto un lavoro egregio. Si sono dedicati alla stesura e alla realizzazione di questo progetto senza trascurare alcun dettaglio e curandone tutti gli aspetti. Hanno lavorato tanto e bene con l’ingrediente vincente che è l’entusiasmo. Il mio auspicio è che questo entusiasmo sia contagioso e possa essere trasmesso al meglio anche agli alunni, destinatari delle attività didattico-educative che da anni portiamo avanti nelle scuole e, per noi, vera risorsa su cui scommettere e investire per il raggiungimento degli obiettivi da sempre perseguiti da Ecoross, ovvero contribuire a formare le nuove generazioni promuovendo una sana coscienza ambientale che, si spera, venga recepita il più possibile anche dagli adulti”. Il progetto “Raccontare per imparare a non sprecare, a recuperare e a riciclare” è stato presentato pubblicamente nel corso di un apposito incontro con la stampa e con i rappresentanti delle scuole primarie e dell’infanzia cittadine, tenutosi presso l’Auditorium musicale “Pasquale Costantino Levote” dell’Istituto comprensivo Rossano I – scuola “Leonardo Da Vinci” in via Martucci, nel centro storico. A fare gli onori di casa il dirigente scolastico Antonio Franco Pistoia, il quale ha sottolineato l’importanza della sinergia tra l’azienda Ecoross e il mondo della scuola. Concetto, quest’ultimo, ripreso anche dall’assessore alla Cultura del Comune di Rossano Stella Pizzuti, che ha ribadito il ruolo della istituzione scuola all’interno di un complessivo e sano percorso di formazione, ringraziando l’azienda Ecoross per l’impegno da sempre profuso in tutte le iniziative che vanno nella direzione di promuovere e favorire la crescita del territorio.

Ricordata a tal proposito, tra l’altro, l’inaugurazione avvenuta lo scorso luglio dell’opera “La Macchina Armonica” realizzata dall’artista Pino Savoia e sponsorizzata proprio da Ecoross, istallata nella rotatoria sulla strada statale 106 jonica in contrada Frasso. Un’opera imponente e suggestiva ispirata al Codex Purpureus Rossanensis, di recente inserito nel registro della “Memoria del mondo” dell’Unesco, che ha rilanciato il brand “Rossano città del Codex”. Ad illustrare l’innovativo progetto messo a punto quest’anno da Ecoross, la professoressa Cinzia Traino che ha evidenziato la necessità di estendere il campo d’azione, coinvolgendo anche gli alunni della scuola dell’infanzia in modo da anticipare quel “percorso virtuoso” e renderlo ancora più incisivo e capillare. Tante le iniziative già portate avanti negli anni passati, con una serie di attività progettuali che, come rimarcato dalla consulente Ecoross Angela Celestino, in cinque anni hanno raggiunto ben 90 classi della scuola primaria per un totale di circa 7mila alunni. Nel corso dell’incontro, al quale erano presenti anche il procuratore di Ecoross Eugenio Pulignano, l’amministratore unico Walter Pulignano e il vice sindaco di Rossano Guglielmo Caputo, Aldina Provenza, che curerà insieme a Ecoross le attività all’interno delle scuole, ha presentato i racconti e le attività ludiche e didattiche in programma.
Evidenziata, dall’assessore all’Ambiente del Comune di Rossano Natale Chiarello, la stretta e proficua sinergia tra Ecoross e Amministrazione comunale nell’ambito di diverse progettualità realizzate, a partire dal più ampio servizio di igiene urbana “Più differenziata. Uniti nel separare” che sta facendo registrare risultati positivi per quel che riguarda l’incremento della raccolta differenziata sul territorio cittadino.

Commenta

commenti

1 Commento

  1. Costanza Fonsi

    Educare all’ambiente vuol dire anche e soprattutto educare i dipendenti della Ecoross a non lasciare i coperchi dei cassonetti aperti e per di più bloccati da cassette o scatoloni. A parte i profumi che inebriano la città e le mosche che oramai sono una costante anche in inverno, la città ne perde di decoro e di decenza. Educhiamo dunque a dare il buon esempio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*