Home / Attualità / Rossano: decoro urbano, un’ordinanza per Piazza Le Fosse

Rossano: decoro urbano, un’ordinanza per Piazza Le Fosse

piazza-le-fosseNuove disposizioni a tutela dell’ordine e del decoro urbano in Piazza Le Fosse. Un’ordinanza sindacale regolerà la fruizione degli spazi nell’agorà cittadina dello Scalo. Prescrizioni che mirano ad una più sana convivenza tra i diversi fruitori degli spazi della piazza, dai bambini agli anziani, dai diversabili agli anziani per finire alle famiglie. Gli agenti della Polizia municipale, che quotidianamente presidiano l’area a posto fisso dalla prospiciente garitta, e le Forze dell’Ordine saranno preposti al controllo del rispetto delle regole. Che saranno affisse in apposite bacheche. Ma sarà il buonsenso dei cittadini a rendere efficace le disposizioni sindacali, innanzitutto attraverso l’osservanza delle norme, e a sensibilizzare e segnalare quanti invece controvertono i precetti.
Prosegue, anche con questi atti, l’impegno dell’Amministrazione Antoniotti in quella che è la più ampia azione all’educazione e al rispetto civico, perseguita attraverso l’emanazione di specifiche ordinanze volte a regolare la migliore e corretta fruizione della Città.
L’ordinanza sindacale, la N. 46 di Lunedì 29 Giugno 2015, prevede specifiche prescrizioni per l’utilizzo paritetico di Piazza Le Fosse ed è stata redatta dalla Poliziamunicipale tenendo conto anche delle diverse segnalazioni e proposte pervenute dai cittadini, dagli esercenti e più in generale dagli utenti dello spazio pubblico.
Pertanto, su Piazza Le Fosse e nelle pertinenze laterali, è fatto assoluto divieto di utilizzare velocipedi, biciclette, pattini a rotelle, monopattini e simili da parte di soggetti adulti, mentre ne è consentito l’uso limitatamente: ai minori, debitamente accompagnati da un soggetto adulto, e in specifiche manifestazioni sportive pubbliche debitamente autorizzate.
È vietato utilizzare nell’area della piazza e nelle pertinenze palloni e altri oggetti simili che possano arrecare disturbo alla quiete pubblica e danno all’arredo urbano. È fatto divieto inoltre: sedersi sui muri di delimitazione della piazza e sulle spalliere delle panchine, gettare rifiuti di qualsiasi natura al di fuori degli appositi contenitori; imbrattare panchine, cartelli, lampioni, cestini ed ogni altra azione che può provocare il danneggiamento di tutto ciò che è il pubblico arredo; bivaccare all’interno della piazza utilizzando l’arredo urbano.
L’inosservanza dell’Ordinanza sarà sanzionata ai sensi delle normative vigenti con multe a partire da un minimo di 25 Euro ad un massimo di 100 Euro.

Commenta

commenti

1 Commento

  1. Francesco Laurenzano

    Gli adulti non possono andare in bicicletta ma i minori accompagnati da adulti sì, non è un po’ illogico?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*