Home / Breaking News / Rossano: centro destra contro bando per nuovo dirigente

Rossano: centro destra contro bando per nuovo dirigente

Il Consiglio comunale di Rossano, a destra alcuni esponenti del centro destra unito

Il nuovo centro destra unito di Rossano (Fratelli d’Italia – Forza Italia – Rossano Prima di Tutto – Lega Salvini Premier – Movimento per la Sovranità – Udc) ha diramato un comunicato in cui chiede all’amministrazione comunale di ritirare il bando che prevede la selezione di un nuovo dirigente comunale. La nota porta la firma dei rispettivi responsabili di partito e/o movimento: Ernesto Rapani, Guglielmo Converso, Giuseppe Antoniotti, PaoloMaria Lamenza, Rodolfo Alfieri, Giovanni Caruso). “Sabato 6 gennaio – si legge nella nota -, su iniziativa della Amministrazione Comunale, arriva la Befana a Piazza Steri, in pieno centro storico a Rossano. Molti cittadini hanno pensato bene di donare a bambini di tutte le età peluche, barbie, pupazzi di vario genere, veicolati attraverso le Farmacie. Nella giornata di venerdì 29.12 u.s., come ultimo atto di fine anno, l’Amministrazione Comunale di Rossano, dopo avere provveduto a modificare il regolamento interno, senza alcun passaggio in consiglio comunale, ha pensato bene di regalare a qualcuno un altro giochino, che, però, a differenza di quelli portati dalla befana, risulta essere molto molto pericoloso non solo per chi lo riceverà, quanto per chi si accinge a donarlo. L’Amministrazione Comunale infatti, a pochi giorni da un probabile scioglimento del Consiglio per effetto della Fusione tra i due Comuni Corigliano-Rossano, ha indetto un avviso pubblico per il conferimento di un incarico dirigenziale per un posto di dirigente del settore affari istituzionali”.

“AVVISO REGOLARE, MA PERCHE’ TUTTA QUESTA URGENZA?”

“Nulla di sconcertante – continua la nota stampa dei rappresentanti del nuovo centro destra – se si tiene conto della programmazione triennale per il fabbisogno di personale inerente il piano di assunzione 2017; niente di innaturale se si tiene conto che risulta vacante in organico il posto di Dirigente Affari Istituzionali. Ma, tuttavia, sono in tanti a chiedersi: perché tutta questa urgenza, questa fretta? Perché venerdì 29 dicembre? Perché questa ansia spasmodica nel volere occupare una postazione dirigenziale tra le più importanti all’interno della macchina comunale senza volere pensare a diffondere a gran voce tale bando?  E sì, proprio così, senza pensare di diffondere a gran voce un Avviso Pubblico di tale portata e dare la possibilità di partecipare a chi, magari per le festività in corso si trova all’estero o in vacanza? Sono in troppi a chiedersi dunque, se, questa Amministrazione sia realmente alla ricerca di figure professionalmente capaci, con esperienza e lungimiranza professionale, oppure, solo perché politicamente ridotta ormai allo stato vegetativo, cerca una disperata sopravvivenza con interventi di pura “chirurgia politica”. Sono in tanti a chiedersi inoltre, se sia vero che esiste la richiesta protocollata da parte di un Dirigente con grande esperienza alle spalle, disponibile ad espletare funzioni nel settore affari istituzionali a titolo assolutamente gratuito. Chiediamo ciò perché, se così fosse con i risparmi della stessa figura per cui si sta espletando il bando, perché non si è proceduto a continuare a fare eventualmente scorrere la vecchia graduatoria dando altri posti di lavoro?  Perché non si è pensato eventualmente alla stabilizzazione di qualche unità LSU-LPU?”.

“IL BANDO VA RIVISTO NEL DISCIPLINARE E POI EVENTUALMENTE RIPUBBLICATO”

“Sono troppi quei cittadini, onesti professionisti, che leggendo e rileggendo l’avviso pubblico si sentono esclusi in quanto il bando pare essere cucito su misura solo per qualcuno. La politica, quella parte della politica che troppo spesso ultimamente si sostituisce alla maggioranza salvando numericamente questa Amministrazione e questo Sindaco solo ed esclusivamente per senso di responsabilità, si chiede se, questa arroganza da “Don Rodrigo”, nel volere procedere ed operare senza avere nemmeno il buonsenso e l’umiltà di mettere al corrente chi più volte è stato il salvagente di turno, faccia parte di una “forma mentis” oppure della consapevolezza che ormai questa Amministrazione abbia i giorni contati. Non è possibile che si possa bandire un pubblico concorso consapevoli che si sia in attesa di un Commissario Prefettizio! Questo bando deve essere immediatamente sospeso, rivisto nel disciplinare, ed eventualmente poi nuovamente pubblicato. A proposito di “Don Rodrigo e dei Promessi sposi” sopra citato, Alessandro Manzoni, fiero avversario della prepotenza umana, ci fa riflettere e ci educa ad essere cittadini liberi e rispettosi della società, privi del timore della schiavitù, capaci di agire nel rispetto di noi stessi e degli altri.

Non siamo più disponibili ad avallare arroganza, tracotanza ed ingiustizie. Un muro, il muro della solidarietà a difesa tutti i professionisti meritevoli di potere confrontarsi legittimamente si alza oggi su tutto il fronte del centrodestra a Rossano. Il Sindaco prenda atto di tutto ciò e faccia immediatamente ritirare il bando in essere, altrimenti sia pronto ad assumersi tutte le responsabilità”.

fonte: COMUNICATO STAMPA CENTRO DESTRA UNITO

Commenta

commenti