Home / Attualità / Rossano, un archivio di 70mila foto donato alla città

Rossano, un archivio di 70mila foto donato alla città

rossanoUn prezioso portfolio fotografico sulle più pregevoli tracce storiche, sociali e monumentali di Rossano verrà donato alla città dal professor Mario Massoni. Trasformazioni che hanno fatto sparire pezzi pregevoli della storia e del patrimonio monumentale cittadini (LA ROSSANO CHE C’ERA E CHE NON C’È); l’antico tessuto urbano che resiste al nuovo e le opere d’arte uniche al mondo (LA ROSSANO CHE ANCORA C’È E NON CI SARÀ); installazioni recenti come fontane, monumenti, gradevoli annotazioni di arredo urbano (LA ROSSANO CHE NON C’ERA E CHE ORA C’È).

Il tutto contenuto in 70mila foto frutto della lunga e preziosa ricerca condotta dal professor Massoni. Il corposo e prezioso archivio digitale sarà consegnato alla cittadinanza nell’ambito di un evento ad hoc. Che si terrà il prossimo giovedì 13 luglio alle ore 20:30 nel Chiostro di Palazzo San Bernardino, nel Centro Storico. È quanto fa sapere l’assessore alla cultura Serena Flotta. Sottolineando la mission sottesa a questa ulteriore importante iniziativa culturale. E cioè offrire contenuti e strumenti utili a sollecitare, soprattutto nelle nuove generazioni, l’indispensabile recupero della memoria storica e culturale della comunità e del territorio. 

ROSSANO, GLI INTERVENTI

La ROSSANO DI IERI, DI OGGI, SCOMPARSA, RITROVATA, SCONOSCIUTA. È, questo, il titolo dell’evento. Che viene promosso dalla Biblioteca Minnicelli e dall’Associazione Roscianum, patrocinato dall’Amministrazione Comunale. Dopo i saluti del Sindaco Stefano Mascaro, coordinati da Anna Minnicelli, interverranno Amerigo Minnicelli; l’assessore al turismo Aldo Zagarese sull’utilizzo delle immagini come promozione turistica; il presidente dell’associazione Roscianum e curatore dell’archivio digitale Mario Massoni, che illustrerà il progetto mostrando una selezione di foto; la responsabile gestionale del servizio biblioteca civica Patrizia Corrado. Che spiegherà nel dettaglio l’attività di catalogazione, accesso e nuove acquisizioni. Le conclusioni sono affidate all’assessore  Flotta.

Commenta

commenti