Home / Attualità / Rossano, Antoniotti: disattesa promessa scuolabus ai bambini scuola via Torino

Rossano, Antoniotti: disattesa promessa scuolabus ai bambini scuola via Torino

antoniotti

Giuseppe Antoniotti

Sulla vicenda della ristrutturazione della scuola elementare di Via Torino interviene il già Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, attuale capogruppo di Rossano Prima di Tutto.

“Ricordo a qualche smemorato/a – dice Antoniotti – che durante la mia consiliatura oltre ad intercettare milioni di euro di finanziamenti per edilizia scolastica numerosi sono stati gli interventi di ordinaria amministrazione sugli edifici scolastici. L’abbandono il degrado e la disattenzione totale da parte dell’attuale amministrazione non solo nell’edilizia scolastica ma in generale per tutta la città, è sotto gli occhi di tutti. A proposito di scuola bus ricordo sempre a qualche smemorato/a che per l’acquisto dei 5 scuolabus per una spesa di circa cinquecentomila euro avete contratto un mutuo (debiti che pagheranno i Rossanesi) perché incapaci di farvi finanziare i mezzi dal vostro governo Regionale. Si vergogni invece l’assessore che ha inevaso la promessa dello scuolabus ai bambini di via Torino trasferiti a Donnanna e che oggi sono costretti a subire grossi disagi per raggiungere la scuola. Giusto per ricordare faccio un breve resoconto del Settore PUBBLICA ISTRUZIONE durante la mia consiliatura.

ANTONIOTTI: DA MIA GIUNTA AZIONI CONCRETE PER IL MONDO DELLA SCUOLA

L’Amministrazione Antoniotti ha avuto una straordinaria attenzione ad ogni aspetto della vita del mondo della Scuola, come neanche lontanamente riesce a immaginare questa Amministrazione… forse perché distratta a criticare piuttosto che a lavorare! Le esigenze di ogni singolo alunno, docente, genitore, personale amministrativo e Dirigente sono state non solo ascoltate ma prese, soprattutto, in seria considerazione. Solo per citare alcune delle azioni concrete (che non hanno avuto grandi proclami sulla stampa…perché a Noi è piaciuto lavorare per il bene di Rossano): 1. Interesse costante a intercettare e veicolare fondi PON per un totale di oltre € un milione per i plessi di  San Domenico, Via Nazionale e Porta di  Ferro:  gli incontri con i Dirigenti scolastici sono stati numerosi  e sempre nel rispetto delle parti; 2. Monitoraggio costante e continuo degli  edifici, con  la  ristrutturazione  della Palestra della Scuola secondaria di Primo grado “L. da Vinci”, fondamentale istituzione scolastica del Centro Storico; 3. Avviamento della costruzione della palestra del Liceo Classico/ Artistico nel Centro   storico; 4. Attivazione del prestigioso corso del Liceo artistico, che in questi anni ha visto premiati molti alunni a livello nazionale, portando in alto il nome della Nostra Città; 5. Attivazione della Scuola secondaria di Primo grado a Donnanna, per agevolare i piccoli residenti in questa Contrada; 6. Istituzione del premio delle eccellenze, per far sentire i Nostri alunni migliori al centro della vita cittadina. Abbiamo sempre creduto che dalla scuola passa il miglioramento   della   società   e   che   dare   credito   ai   giovani   sia   il   principale impegno di adulti che lavorano per il futuro; 7. Partecipazione attiva e attenta ad ogni singola riunione sul dimensionamento scolastico   indetta   dalla   Provincia, per   controllare   direttamente – senza   mai delegare – la tenuta del sistema scolastico rossanese; 8. Istituzione delle giornate della lettura: anche a questo riguardo ho letto grandi proclami   sulla   promozione   della   diffusione   della   lettura   nelle   scuole. La “formula originale“ di invitare nomi di scrittori di fama nazionale per farli interloquire con gli studenti, e nessuno lo deve dimenticare, è a firma della Giunta Antoniotti.

FONTE: COMUNICATO STAMPA DI GIUSEPPE ANTONIOTTI

Commenta

commenti