Home / Breaking News / Rossano, Antonello Graziano: “Massima sensibilità per tematica Enel da parte del Presidente Oliverio”

Rossano, Antonello Graziano: “Massima sensibilità per tematica Enel da parte del Presidente Oliverio”

enelIn merito alla problematica legata alla riconversione della centrale Termoelettrica di Rossano , alla luce di quanto deciso all’unanimità , su proposta del presidente del consiglio comunale avv. Vincenzo Scarcello, nel corso del Consiglio Comunale del 10 Marzo scorso, di aggiornare ad altra seduta la continuazione della discussione, alla presenza del Presidente della Giunta regionale della Calabria on. Mario Oliverio e dei vertici nazionali dell’Enel, comunico che , nella giornata odierna , nell’ambito dei periodici contatti dello Scrivente, con l’on. Oliverio, in relazione alla suddetta tematica, ho preso atto che il Presidente ha manifestato grande sensibilità sulla vicenda e massima disponibilità ad un impegno diretto con l’ Amministrazione Comunale ed i vertici Enel, al fine di giungere ad una definitiva soluzione della problematica. A tale riguardo, su espresso invito del Sottoscritto, l’ On. Oliverio ha garantito la Sua partecipazione, dopo le festività pasquali, all’apposito Consiglio Comunale monotematico. Invito, ora, il Sindaco Antoniotti, ad attivarsi parimenti con i vertici nazionali Enel ( che. pare, abbiano manifestato, apertura su una possibile riconversione ), al fine di garantire la disponibilità di una qualificata ed alta rappresentanza dell’Azienda , al prossimo Consiglio. Abbiamo tutti noi Amministratori, indipendentemente dallo schieramento politico-partitico, una grande responsabilità, condivisa dai concittadini, sull’esito di questa problematica che, se gestita in maniera virtuosa ( dobbiamo coniugare il diritto al Lavoro con le esigenze di tutela dell’Ambiente ), potrebbe cambiare ( finalmente ) in positivo, le sorti di questo nostro Territorio, sempre più isolato e fuori da tutti i processi decisionali e produttivi.

Antonello Graziano – lista Oliverio Presidente

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*