Home / Attualità / Riecco la Rossanese: allo Stefano Rizzo regola l’Amantea per 3 a 1

Riecco la Rossanese: allo Stefano Rizzo regola l’Amantea per 3 a 1

 

di Martina Caruso

Si dice che sia necessario imparare, migliorare e ripartire dalle sconfitte. Così, nella diciannovesima giornata, valida per il campionato di Promozione, la squadra rossoblu, reduce dalla sconfitta contro la Garibaldina, prova a lasciarsi alle spalle lo scivolone esterno dello scorso weekend. Partendo da una formazione rivoluzionata, quasi forzatamente, a causa delle cinque assenze titolari, la formazione guidata da mister Aloisi sblocca il risultato dopo soli dieci minuti di gioco con il fantasista Vito Zangaro.

La festa e l’euforia dei padroni di casa è costretta a cessare dopo pochissimi minuti: al numero dieci rossoblu, risponde il numero sei della squadra blu cerchiata, Rocca, con un’incornata dopo la battuta di un corner calibrato perfettamente. I successivi venti minuti di gioco creano appena cinque occasioni nitide che avrebbero potuto ribaltare il risultato da ambo le parti, senza riuscire però, nella realizzazione. La conclusione di Sifonetti, sventata dall’estremo difensore dell’Amantea, chiude un primo tempo accesosi solo a tratti.

La ripresa inizia con i rossoblu più determinati: a seguito di un cross che racchiude la classe e l’eleganza del solito Sifonetti, l’attaccante Bongiorno conquista il rigore dopo aver agganciato con il petto. Nonostante i brividi susseguitisi dal penalty parato da Corno, il numero trenta ribatte in rete sbloccando, così, il risultato sul 2-1. I rossoblu continuano a macinare gioco ed è proprio da una ripartenza di Bongiorno che il compagno Attadia mette il sigillo sul risultato: 3-1 quando mancano ancora dieci minuti al termine.

Potenza, stabilità e determinazione. Tre le parole chiavi di questo secondo tempo, condotto dai rossoblu, che sta diventando devastante, a scapito di una formazione ospite per niente, che ha provato a ribattere più volte sulla Rossanese. L’Amantea subisce fino alla fine del tempo il maggiore atletismo e la maggior classe della formazione di Aloisi, dapprima con Sifonetti che propone e sfiora il quarto goals, poi con Zangaro che macina chilometri sulla fascia sinistra. I rossoblu, quindi, travolgono i blucerchiati dell’Amantea, rimasti inermi per larghi tratti, costretti ad arrendersi davanti ad una squadra che merita la vittoria in una partita senza storia.


 

 

Commenta

commenti