Home / Attualità / Ricicl’Art 2016 apripista del processo di fusione

Ricicl’Art 2016 apripista del processo di fusione

“È il Ricicl’Art più bello di sempre”. Una consapevolezza più volte ribadita nel corso dell’inaugurazione della decima edizione di Ricicl’Art 2016, tenutasi qualche ora fa nella Cittadella dei bambini e dei giovani di Rossano. Un evento che ha visto una nutrita partecipazione di pubblico e istituzioni per la trasmissione di un messaggio che è diventato principio cardine dell’Associazione: incoraggiare la coscienza civica.
“Ricicl’Art è ormai diventato un appuntamento tradizionale – ha esordito il presidente di Ecoross Walter Pulignano. È a ben vedere patrimonio delle due città di Rossano e Corigliano. Non a caso possiamo dire di aver fatto quasi da apripista per il progetto di fusione. Lo consideriamo un merito, insieme all’aver sdoganato alcune strutture come la Cittadella. È un evento ormai atteso dal territorio. E proprio alla luce di quel cammino verso la città unica per cui crediamo di ver fatto tanto, abbiamo fortemente voluto i due sindaci all’inaugurazione.

RICICL’ART 2016, COME NASCE L’INIZIATIVA

L’idea nasce nel 2006 in spiaggia dopo aver assistito a uno scempio sul lungomare: nel pomeriggio un camioncino scaricò davanti al cassonetto dei rifiuti di tutto. Provocando un vero e proprio inquinamento ambientale e visivo. Avevamo assistito a un rito. E abbiamo deciso di intervenire cercando di costruire una nuova cultura del rifiuto. Anche attraverso la provocazione. Eravamo solo cinque amici. Ma nel tempo l’associazione è esponenzialmente cresciuta, grazie al contributo di tanti volontari che hanno sposato la missione. La mostra è un lavoro frutto di tanto impegno compiuto in mesi di sforzi dello staff. Ed è solo uno dei tanti format che abbiamo utilizzato negli anni per promuovere il nostro progetto: sfilate, concerti, caffè filosofici, question time. L’obiettivo era incoraggiare una nuova cultura ambientale e i numeri ci danno ragione: migliaia di persone hanno preso parte ai nostri eventi. Ci piace pensare che questi dieci giorni saranno i primi dieci anni di Ricicl’Art. Perché abbiamo voglia di continuare questo percorso con la stessa caparbietà e lo stesso impegno. Riuscire a investire in una sana conoscenza ambientale è una sfida che dobbiamo vincere.

RICICL’ART 2016, DE SIMONE: EVENTO DAL VALORE AGGIUNTO

In vece del sindaco Stefano Mascaro, impossibilitato a presenziare per la gestione della protesta degli assistenti fisici incatenatisi nel comune, l’assessore all’ambiente Giovanni de Simone ha dichiarato che “Riciclart sicuramente porterà fortuna alla struttura della Cittadella che dovrà essere un centro d’eccellenza per l’intero territorio. Il valore aggiunto di queste manifestazioni sta nel saper mostrare come i comuni possano e debbano viaggiare insieme verso un percorso virtuoso qual è la fusione. Siamo orgogliosi di questa manifestazione per la sua risonanza. Leggerne il programma e i partner fa capire che davvero ha un’importanza che va al di là del livello prettamente locale”.

RICICL’ART 2016, GERACI: LA CATTIVA EDUCAZIONE SI COMBATTE DAL BASSO

‘Oggi mi sento un concittadino di Rossano – ha dichiarato il sindaco di Corigliano Giuseppe Geraci, raccogliendo gli entusiasmi e gli stimoli nati nel corso della serata intorno al tema del comune unico Corigliano-Rossano. Questo evento importante suggella il percorso di fusione dei nostri comuni, un processo ormai irreversibile. E proprio su questo processo dobbiamo unire le nostre forze: stabilito un iter amministrativo, bisogna arrivare al suffragio popolare che mi auguro santifichi quest’unione. E nella speranza che possa far cadere il famoso lenzuolo. In questo senso parlando di ambiente sarà fondamentale arrivare all’appalto unico da cui discende un risparmio notevole di costi. Ricicl’Art lavora attraverso le provocazioni, promuovendo il riciclaggio del rifiuto. E ha ben capito come la lotta alla cattiva cultura ambientale parta dalle scuole. E dall’educazione dei giovani”.

All’evento era presente in qualità di relatore anche il Professor Natale Arcuri, docente di fisica tecnica ambientale all’Unical. A sottolineare il fattivo lavoro sinergico che Ricicl’Art da quest’anno conduce insieme all’Università della Calabria.

Commenti