Home / Attualità / Regione-Governo: in Calabria è corsa contro il tempo per evitare il lockdown

Regione-Governo: in Calabria è corsa contro il tempo per evitare il lockdown

I dati della Regione inviati al ministero. Indicatore in calo rispetto alla settimana scorsa. E nella conferenza stampa la regione non viene elencata tra le più colpite. «Ancora in via di valutazione le aree più a rischio»

Evitare il lockdown ed allontanare così la Calabria dallo spettro della zona rossa, autentica beffa per tutti i cittadini. Infatti, come riporta il Corriere della Calabria, il report settimanale dei contagi è stato richiesto alla Regione nella giornata di oggi ed è arrivato al ministero della Salute e all’Istituto superiore di sanità nelle prime ore del pomeriggio. I numeri diffusi dalla Cittadella partecipano a pieno titolo alla lotta contro il tempo per fermare la decisione – che martedì pareva acquisita – di fare della Calabria una “zona rossa” soggetta a lockdown soft. E un piccolo aiuto in questo senso potrebbero darlo. Si riferiscono, i dati, alla settimana dal 26 ottobre all’1 novembre. E riportano 3.940 casi totali, con un’incidenza cumulativa di 204,71 contagi per 100mila abitanti.

Scende anche il famigerato indice di trasmissione: Rt si attesta sul valore di 1,56, di poco superiore alla soglia di allarme ma comunque inferiore al dato della settimana precedente, che era di 1,66. Il segnale che – stando alle cifre – la situazione in Calabria non sarebbe così tragica da prevedere una chiusura più pesante rispetto a quella di altre regioni. Rt, va ricordato, non è l’unico parametro preso in esame dal Comitato tecnico-scientifico, e la Calabria paga il prezzo di un sistema sanitario stremato dai tagli degli ultimi dieci anni (e da una gestione poco accorta nei decenni precedenti). La regione, però, non è stata menzionata nel corso della conferenza stampa odierna al ministero della Salute tra quelle più a rischio.


 

Commenta

commenti