Home / Breaking News / Regionali Calabria, il sindaco di Trebisacce annuncia ricorsi

Regionali Calabria, il sindaco di Trebisacce annuncia ricorsi

Franco Mundo – rimasto fuori dal consiglio regionale per un pugno di voti – promette non uno, ma ben due ricorsi

regionaliSi materializza l’ombra dei ricorsi sulle elezioni regionali della Calabria dello scorso 26 gennaio e, in particolar modo, sull’assegnazione dei seggi ai consiglieri. Mentre sia il Movimento 5 Stelle che il candidato governatore Carlo Tansi sono già pronti a impugnare la legge regionale, arriva oggi l’annuncio del sindaco di Trebisacce Franco Mundo: rimasto fuori dal consiglio regionale per una manciata di voti di differenza rispetto al diretto concorrente Graziano Di Natale (eletto con 4752 voti), il primo cittadino jonico promette non uno ma ben due ricorsi. In nome del primo, Mundo chiederà il riconteggio delle schede, poiché il potenziale riconoscimento delle poche preferenze di distacco significherebbe l’assegnazione automatica del seggio.

IL SINDACO MUNDO POTREBBE SUBENTRARE AL CONSIGLIERE ANASTASI

Il secondo ricorso farà invece leva sull’articolo 48, comma 3, della Costituzione italiana che sancisce il diritto al voto e si incentrerà sul dato per cui l’assegnazione dei seggi in quota maggioritaria per l’attribuzione del premio di maggioranza andrebbe calcolata sulla base di tutti e 30 i seggi del consiglio regionale e non dei soli 6 che scaturiscono dal calcolo dei resti. Così facendo, il sindaco Mundo subentrerebbe legittimamente al consigliere di Io resto in Calabria eletto nella Circoscrizione Sud, Marcello Anastasi.

Dicevamo che nel frattempo il Movimento 5 Stelle e Carlo Tansi procedono spediti verso il ricorso alla giustizia amministrativa, affinché si interpreti correttamente la legge regionale che fissa all’8% la soglia di sbarramento per l’ingresso in consiglio regionale. Un dato che, secondo alcuni esperti, potrebbe essere senza ombra di dubbio messo in discussione.


Commenta

commenti