Home / Breaking News / Regionali, paradosso M5S: arriva prima sulla piattaforma Rousseau ma non viene inserita in lista

Regionali, paradosso M5S: arriva prima sulla piattaforma Rousseau ma non viene inserita in lista

Non sono bastati 184 voti sulla piattaforma Rousseau per essere iscritta nelle liste per le Regionali calabresi del 26 gennaio. Dall’essere la numero uno come preferenze, Rossella Cerra, si è ritrovata fuori dalla competizione. La stessa pentastellata non si è tirata indietro e ha scritto ai vertici del Movimento 5 Stelle, ovvero Luigi Di Maio, Danilo Toninelli, Beppe Grillo e la Casaleggio assocciati chiedendo: «un chiarimento formale in merito a quanto è accaduto, visto e considerato che tale scelta oltre che poco rispettosa per gli attivisti tutti, risulta umiliante per la mia persona e socialmente diffamatoria». Un colpo basso dato che, per la Cerri, molti «credendo nella lealtà del movimento, si autoconvincono che determinate scelte derivano da un ragionevole motivo, di gravità tale da poter giustificare la scelta». Ciò, continua l’attivista, potrebbe portare alla «perdita di quei valori di democrazia diretta su cui il Movimento 5 stelle dovrebbe appigliarsi per mantenere la propria identità» e dubita «della liceità dell’esclusione».


Commenta

commenti