Home / Breaking News / Redditi: Calabria in stato di squilibrio

Redditi: Calabria in stato di squilibrio

Redditidi IDA SARKOZY*
I redditi medi in Calabria risultano essere inferiori a 10 mila euro all’anno, eppure circolano automobili di lusso; così creando una situazione di contraddizione della realtà, tra scarsità e benessere. Tra i 550 residenti ad Agnana (Reggio), più della metà dichiara meno di 10 mila euro all’anno, ma la media delle auto di lusso risulta essere del 3,5% più elevata; ed è definita la più alta in Calabria. Sullo Jonio cosentino, precisamente a Scala Coeli, il 58% degli abitanti ha il reddito basso e il 2,1% di auto costose. In mancanza del lavoro, degli investimenti e degli scarsi dati patrimoniali è impensabile che ci siano persone che si possano concedere auto lussuose.

REDDITI, ANCHE A COSENZA QUELLO CHE VIENE DICHIARATO E’ MINORE DI QUELLO CHE SI ACQUISTA

Inoltre questo contrasto si accentua anche a Cosenza; dove quello che viene dichiarato è minore di quello che si acquista. Questa situazione è anche rintracciabile a Catanzaro, dove troviamo Botricello e Caraffa; nonché a Crotone tra Strongoli e Cotronei. La maggior parte dei comuni calabresi non deve coincidere con gli evasori fiscali, in particolare vengono controllati dalla guardia di finanza e gestiti dall’Agenzia delle entrate. Altre percentuali sono: Locri con il 40,9% di redditi sotto la soglia dei 10 mila euro e con 0,09% di supercar; e Lamezia con redditi medi simili dove però circolano lo 0,3% di auto di lusso come a Crotone.

*studentessa della 3 A L.E.S dell’Istituto ITAS-ITC di Rossano 
Articolo realizzato nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro

Fonte: La Gazzetta Del Sud

Commenta

commenti