Home / Breaking News / Real Rogit intervista al calcettista Marco Metallo

Real Rogit intervista al calcettista Marco Metallo

Il Real Rogit riprenderà a lavorare sul campo agli ordini di mister Leo Tuoto, carico di energia e di entusiasmo, un’po’ di amarezza per il  primo turno di campionato dopo lo stop natalizio, su un campo difficile e contro un avversario difficile, il Real Cefalù. I biancoblu del presidente Converso  hanno indossato i panni da corsaro sono usciti comunque a testa alta, il merito và anche al calcettista Marco Metallo. Sabato scontro contro Farmacia Centrale Paola, Marco cosa ti aspetti da questa partita dopo la sconfitta di Cefalù?

Il Real Cefalù è una grande squadra, costruita per il salto di categoria, sabato siamo riusciti a reggere il confronto solo per un tempo, ora però ci aspetta un difficilissimo derby contro il Paola, non si accettano errori.
In molti ti paragonano al guerriero, come hai conquistato questo titolo? Come ti trovi in casa Rogit?

IL REAL ROGIT RIPRENDERA’ A LAVORARE SUL CAMPO AGLI ORDINI DI MISTER TUOTO

Beh, guerriero perché do tutto me stesso, che sia una partita o un allenamento cerco di impegnarmi sempre al massimo, il Rogit scorre nel mio, è diventata la mia seconda famiglia.

Cosa ti aspetti invece di questa stagione? Quale sono i tuoi obiettivi?
Il primo onestissimo obiettivo è salvarci il prima possibile, sarebbe molto positivo qualificarci ai play off che in un campionato cosi forte per noi sarebbe una grande vittoria.
Che persona è mister TUOTO, certamente uno degli artefici di queste stagioni al rogit?
Mister Tuoto è una persona eccezzionale, è anche un grande allenatore che ammiro molto, mi piace sposare i suoi progetti, ho un carattere difficile molto furioso, ma il rispetto e l’affetto che ho per il mister va oltre.

Si parla molto di mercato anche se è difficile scucire la bocca alla dirigenza. Cosa credi manchi alla squadra per ambire a qualcosa che vada più della semplice?
Siamo una bellissima realtà, siamo tutti giocatori di un certo livello e questo ci rende unici in una categoria importante come la serie B, oso dire che non abbiamo bisogno di nessuno, forse  acquisterei solo un’po’ di mentalità vincente.

Commenti