Home / Breaking News / Provinciali, Greco: no alle larghe intese

Provinciali, Greco: no alle larghe intese

provinciali«Le elezioni provinciali di Cosenza sono un importante banco di prova per la coalizione di centrosinistra. Che ha identificato in Franco Iacucci una guida sicura e autorevole». A dichiararlo, in una nota, è Orlandino Greco, consigliere regionale della Calabria e leader del movimento l’Italia del Meridione. «Stupiscono, in tal senso – spiega -, le dichiarazioni degli esponenti del centrodestra. Che, probabilmente a causa della mancata candidatura del sindaco di Orsomarso, indicano (oggi) Franco Iacucci quale presidente ideale per la provincia di Cosenza. A questo proposito chiedo ufficialmente che il sindaco di Aiello Calabro faccia chiarezza sui confini della coalizione. Che, in tempi non sospetti, ha fatto una scelta ponderata e decisa sul candidato da supportare per questa competizione elettorale. Non vorremmo trovarci, all’indomani del risultato elettorale, difronte ad un consiglio provinciale che fosse allo stesso tempo tesi ed antitesi di sé stesso. Lasciando prefigurare un contesto di “larghe intese” privo di significato e valore politico».

PROVINCIALI, GRECO: PROVINCIA DEVE TORNARE PUNTO DI RIFERIMENTO

«Chiarito questo punto fondamentale ritengo che da Cosenza, sotto la guida di Iacucci, debba partire una battaglia istituzionale e politica. Tesa al superamento del disastro generato dalla riforma Delrio. Che ha ridotto le Province ad un ente di secondo livello svuotato delle proprie competenze. È indispensabile una riforma strutturale dell’organizzazione statuale. Si preveda il ritorno alla centralità dei Comuni e delle Province storiche. E la trasformazione delle Regioni in tre macroregioni con soli poteri di coordinamento».
«La provincia di Cosenza puo’ e deve tornare ad essere un punto di riferimento concreto per cittadini, imprese e amministrazioni locali. Partendo da questo presupposto, l’Italia del Meridione baserà la propria campagna elettorale a sostegno di Franco Iacucci. Attraverso dei candidati consiglieri che si caratterizzano per competenza politica e amministrativa.

In questo contesto – conclude Greco – sono certo che il futuro presidente Iacucci farà chiarezza sulla gestione degli ultimi anni della Provincia, a partire da una verifica puntale dei decreti dirigenziali emessi in prossimità della competizione elettorale, facendo così ritornare l’ente in quel clima di sobrietà e correttezza amministrativa che da sempre contraddistinguono la sua azione politica e istituzionale».

Fonte: Corriere della Calabria

Commenta

commenti