Home / Territorio / Amendolara / Provinciali 2014, Antonello Ciminelli si candida a consigliere

Provinciali 2014, Antonello Ciminelli si candida a consigliere

Antonello-CiminelliDal no alle trivellazioni alle proteste contro la pesca a strascico; dall’attenzione nazionale richiamata sulla gravissima emergenza del dissesto idrogeologico alla questione dell’abbattimento delle tariffe dei consorzi di bonifica fino alla battaglia promossa contro la gravissima discriminazione delle diverse tariffe per l’energia elettrica imposte per i soli comuni morosi del Meridione. DIFESA DELL’IDENTITÀ, PROGETTI ED IMPEGNO CONCRETO A SERVIZIO DELLE COMUNITÀ E DEL TERRITORIO. Si propone così Antonello CIMINELLI ai colleghi sindaci e ad ai consiglieri comunali del territorio per la sua candidatura alla carica di consigliere per il rinnovo del consiglio provinciale.
Caro collega, caro consigliere – scrive il Primo Cittadino del Paese della Secca – chiedo il Tuo sostegno alla mia candidatura a consigliere provinciale. E lo faccio nella consapevolezza di poter condividere con ognuno di Voi, a prescindere da ogni valutazione politica, il senso e gli obiettivi delle tante e diverse battaglie di civiltà che in questi anni mi hanno visto in prima linea, insieme alle comunità, alle associazioni ed a tanti di Voi, per difendere questo territorio e la Calabria da quanti pensavano e pensano di poter ipotecarne uno sviluppo autonomo e sostenibile.
Le grandi iniziative di sensibilizzazione regionale da me avviate – sottolinea CIMINELLI – in tempi non sospetti, contro il tentativo di consegnare le nostre coste alle multinazionali del petrolio per le trivellazioni; le proteste ed i progetti messi in campo per difendere il nostro mare dalla pesca a strascico e da tutte le forme di inquinamento; l’attenzione nazionale del Capo della Protezione Civile richiamata sulla gravissima emergenza del dissesto idrogeologico in cui versano tutti i nostri comuni; la questione dell’abbattimento delle tariffe dei consorzi di bonifica a fronte dei benefici rispetto agli agricoltori e l’esigenza di rivedere le normative esistenti e, più recentemente, la battaglia di civiltà democratica promossa contro la gravissima discriminazione, costituzionalmente illegittima, delle diverse tariffe per l’energia elettrica imposte per i soli comuni morosi del Meridione, rappresentano – continua – la dimostrazione di come la Politica ed i ruoli istituzionali possano essere interpretati e spesi, così come ho fatto, a servizio della qualità della vita, di equità sociale e delle reali esigenze di progresso delle comunità.
Contribuire a cambiare la classe dirigente della nostra provincia, continuare a stare dalla parte di questo territorio, a difesa del suo patrimonio identitario ed a favore delle sue proiezioni turistiche e di sviluppo. È, questo, l’impegno di CIMINELLI.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*