Home / Attualità / Provincia partecipa a bando europeo Erasmus+

Provincia partecipa a bando europeo Erasmus+

provincia

Il Presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci

La Provincia di Cosenza partecipa al bando europeo Erasmus +. Con la proposta progettuale “Calabria Citra – tra passato e presente”. Sul solco di uno degli obiettivi più importanti postisi dal neo Presidente Franco Iacucci. E cioè favorire l’occupazione giovanile. Promuovendo le competenze professionali del territorio.  Il progetto, in caso di approvazione, offrirà la possibilità di svolgere un tirocinio professionale all’estero. A scelta tra Bruxelles, Berlino, Madrid o Malta. 40 i giovani neo-diplomati che potranno usufruirne. Frequentanti Istituti Alberghieri e Istituti di Servizi Turistici della Provincia di Cosenza.

PROVINCIA, IACUCCI: SVILUPPARE COMPETENZE NEL CAMPO DEL TURISMO

“Il progetto – dichiara Franco Iacucci – intende promuovere l’occupazione giovanile. Accrescendo la formazione professionale e sviluppando competenze specifiche. Soprattutto nel campo del turismo, dell’accoglienza e dell’enogastronomia. Che sono settori importantissimi per lo sviluppo generale del nostro territorio. Un’esperienza di crescita e formazione che servirà anche a favorire l’ingresso di questi nostri giovani nel mondo del lavoro”. Tra gli obiettivi specifici nel settore turismo sono contemplati, inoltre, migliorare l’utilizzo di sistemi e tecniche di comunicazione per proporre servizi turistici innovativi. Progettare e programmare soggiorni in mete turistiche ambite. Creare pacchetti green. Sviluppare programmi ecosostenibili.

Diversi obiettivi anche nel settore dell’enogastronomia e dell’ospitalità. Quali agire nel sistema di qualità per la trasformazione, presentazione e fornitura dei prodotti enogastronomici. Con particolare attenzione alle tipicità locali. Nonché integrare le competenze professionali con quelle linguistiche e comunicative. E apprendere nuove tecniche di preparazione e presentazione dei piatti. “Questo progetto – conclude Iacucci – è solo il primo passo. Per avviare un proficuo e diretto rapporto con le altre istituzioni e in particolare con l’Unione Europea. Con l’intento di sfruttare a pieno tutte le opportunità a disposizione, le misure a favore dei giovani e dell’occupazione che non possiamo lasciarci sfuggire”.

Commenta

commenti