Home / Attualità / Provincia di Cosenza e Regione verso un unico obiettivo: scuole sicure

Provincia di Cosenza e Regione verso un unico obiettivo: scuole sicure

provincia di cosenzaSi è svolto questa mattina il tour nelle scuole del Presidente Mario Oliverio “Scuole Sicure 500” che ha preso il via da Aiello Calabro. Dove con il Sindaco e Presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci ha visitato la scuola elementare “Carmela Perri Cantafio”. In quest’ultima sono stati realizzati dei lavori per l’adeguamento sismico che si concluderanno già a gennaio 2018. I due presidenti si sono poi spostati presso la scuola secondaria di I° grado “Costantino Arlia”, sottoposta a intervento di adeguamento strutturale, di efficientamento energetico e di miglioramento tecnologico. Da Aiello hanno proseguito per Amantea, dove sono stati finanziati lavori anche per l’ITC “C. Mortati”.

«Da Sindaco e da Presidente della Provincia desidero ringraziare il Presidente della Regione Mario Oliverio. Grande l’attenzione dimostrata verso le scuole che sono il patrimonio più importante per i comuni in quanto luogo di formazione per le future generazioni di calabresi. Bisogna garantire a tutti il diritto allo studio in condizioni di sicurezza e tranquillità. Questo è il compito più alto a cui le istituzioni sono chiamate. “Scuole Sicure” è una straordinaria opportunità. Che ci permetterà anche come Provincia di intervenire per adeguare sismicamente istituti di nostra competenza. E per cui abbiamo già presentato 24 progetti. Contiamo di potere avviare alcuni cantieri già nei prossimi mesi.

PROVINCIA DI COSENZA E REGIONE INSIEME PER CONSEGNARE ALLA POPOLAZIONE UN RISULTATO CONCRETO

La normativa è stringente. E dopo il dramma di Amatrice finalmente ci si è resi conto anche a livello centrale che occorre vigilare sulla sicurezza e sulla stabilità degli edifici scolastici. Per questo motivo ci siamo attrezzati anche per reperire risorse dai fondi PON 2014-2020. La giornata di oggi con la presenza sul territorio del Presidente della regione è una bella testimonianza di come le istituzioni possono lavorare insieme su un obiettivo comune. Per consegnare alla popolazione un risultato concreto».

Commenta

commenti