Home / Attualità / Provincia, c’è il nuovo piano di dimensionamento scolastico

Provincia, c’è il nuovo piano di dimensionamento scolastico

In aula il saluto di benvenuto del Presidente al nuovo Dirigente del Settore Finanziario, Bonaventura Zumpano

Il Consiglio Provinciale odierno si è aperto con le comunicazioni del Presidente Iacucci, che ha informato i presenti sulla situazione finanziaria dell’Ente, con una buona notizia «si attende a giorni il saldo da parte dello Stato del fondo di riequilibrio 2018, un risultato importante ottenuto grazie all’impegno dell’UPI e di tutti i Presidenti di Provincia; inoltre, un emendamento alla Finanziaria chiede al Parlamento la dilazione del rimborso dell’anticipazione di liquidità, che se approvato darà respiro a tutti gli Enti locali».

Un caloroso benvenuto è stato quindi riservato da Franco Iacucci al neo dirigente del Settore Bilancio e Programmazione dell’Ente, «professionista di grande valore, che ben conosce la Provincia di Cosenza per esserne stato un dipendente e che svolgerà molto bene il ruolo affidatogli».

Due i punti principali discussi e approvati nell’Assise provinciale: l’approvazione del Piano di Dimensionamento Scolastico e programmazione dell’offerta formativa della provincia di Cosenza, anno scolastico 2020/2021; e l’istituzione delle Commissioni consiliari, al fine di assicurare la piena funzionalità del Consiglio stesso.

Per quanto attiene il Piano di Dimensionamento Scolastico, l’indirizzo adottato e condiviso dal Consiglio Provinciale è stato quello di governare il processo di razionalizzazione della rete scolastica attraverso scelte tese alla salvaguardia dei territorio, finalizzate esclusivamente al miglioramento organizzativo della rete scolastica tenendo conto delle peculiarità, delle vocazioni e attitudini economiche, produttive, culturali e sociali delle aree territoriali della Provincia di Cosenza

Relativamente al primo ciclo di istruzione, sono state approvate le seguenti modifiche: i Comuni di Mongrassano e Fagnano Castello hanno espresso la volontà di consolidare l’Autonomia scolastica dell’IC Fagnano Castello, per cui Il sottodimensionato IC di Mongrassano va a confluire nell’IC di Fagnano Castello con un forte trend storico di decremento delle iscrizioni). Tali richieste, ampiamente condivise dal territorio interessato, producono la creazione di un Unico Istituto Comprensivo Fagnano Castello Mongrassano con un numero di alunni pari a 711.

In merito alla programmazione dell’Offerta Formativa, l’istruttoria delle istanze pervenute è stata eseguita cosi per come disciplinato dalle norme vigenti in materia nonché dalle Linee Guida per il quinquennio 2017-2018/2022-2023 della Regione Calabria. Approvati 27 nuovi indirizzi di studio per le Istituzioni scolastiche di secondo grado; inoltre, in riferimento alle singole articolazioni degli indirizzi con alunni pari a zero sono poi stati soppressi, su ricognizione dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria, solo gli indirizzi e le articolazioni non attive da più di tre anni scolastici consecutivi. Approvata infine la richiesta dei Comuni di Campana e Mandatoriccio, di modifica dello stato giuridico dell’istituto Scolastico CSIC849003 da Istituto Omnicomprensivo Statale a Istituto Comprensivo Statale.

Al riguardo delle Commissioni consiliari, nelle more dell’approvazione del nuovo Regolamento del Consiglio che dovrà disciplinare anche la materia, sono state temporaneamente costituite le seguenti: 1. Affari Generali e Personale; 2. Pianificazione Territoriale – Ambiente; 3. Pubblica Istruzione – Politiche Sociali e del Lavoro; 4. Bilancio e Programmazione; 5. Lavori Pubblici, Viabilità; 6. Edilizia Scolastica – Trasporti; 7. 1^ Commissione Consiliare Speciale “Controllo e Garanzia. Le stesse sono formate da n. 7 (sette) componenti, con la rappresentanza in ognuna di tutti i gruppi consiliari con componenti designati dal rispettivo Capogruppo.

Il Consiglio Provinciale ha inoltre approvato la ratifica delle variazioni al Bilancio di Previsione 2019, che non alterano l’equilibrio finanziario in quanto partite di giro iscritte in entrata e in uscita; approvata infine anche la dismissione delle quote della Provincia di Cosenza nella Società Partecipata ALESSCO s.r.l. (Agenzia Locale per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile della Provincia di Cosenza s.r.l.), per mancanza dei requisiti di legge essenziali per la detenzione delle stesse.


Commenta

commenti