Home / Attualità / Progetto Policoro: sarà Natale Bruno il referente della Diocesi

Progetto Policoro: sarà Natale Bruno il referente della Diocesi

Aggredire ed affrontare il problema della disoccupazione giovanile, attivando iniziative di formazione a una nuova cultura del lavoro, promuovendo e sostenendo l’imprenditorialità giovanile in un’ottica di sussidiarietà, solidarietà e legalità, secondo i principi della Dottrina Sociale della Chiesa. Anche a Corigliano – Rossano un referente per il Progetto nazionale Policoro: Natale Bruno nominato animatore di comunità per l’arcidiocesi Rossano – Cariati.

La scelta sul nome di Bruno da parte dell’Arcivescovo Mons. Giuseppe Satriano e del Direttore della Caritas e tutor del Progetto Don Stefano Aita segue all’impegno nel sociale che vede il giovane libero professionista impegnato in più settori. Dall’esperienza di seminarista per tre anni alla guida del Movimento per la Vita di Corigliano-Rossano; fino all’attività professionale che lo vede titolare e consulente per amministrazioni condominiali, al fianco dell’Unione di Difesa dei Consumatori (U.Di.Con).

L’esperienza e la competenza di Bruno saranno a servizio della comunità, da gennaio e per i prossimi tre anni.

Giovani-Vangelo-Vita. Sono, queste, le tre direttrici al centro dell’intensa attività formativa ospitata ad Assisi e rivolta ai circa 250 animatori di comunità provenienti da quasi tutte le regioni italiane. Tra questi, da Corigliano – Rossano anche il giovane libero professionista Bruno.

Il Progetto Policoro che mette insieme Caritas, Pastorale del Lavoro e Pastorale Giovanile, si pone principalmente come una nuova opportunità per i giovani del territorio, i quali, dopo gli step formativi e scolastici, possono rivolgersi gratuitamente all’animatore di comunità del Progetto Policoro per avviare un percorso di discrezione, caratterizzato da diversi studi di fattibilità e approcciandosi a strumenti finanziari disponibili e opportuni al caso concreto. L’animatore, oltre dall’equipe ecclesiale, potrà contare su una serie di filiere, tra banche, associazioni ed istituti.


Commenta

commenti