Home / Attualità / Processo Rinascita Scott, Gratteri: l’aula bunker si farà a Catanzaro

Processo Rinascita Scott, Gratteri: l’aula bunker si farà a Catanzaro

La Protezione civile si è detta disponibile a montare una tensostruttura a Catanzaro Siano per fare l’udienza preliminare

processo rinascita scott«Serve l’aula bunker, il processo deve svolgersi a Catanzaro» dichiara il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri in vista del processo Rinascita Scott, la maxi-inchiesta che nel dicembre scorso ha scosso la ‘ndrangheta vibonese con oltre 300 arresti. La decisione è arrivata dopo una serie di interlocuzioni tra Gratteri con il Ministro della Giustizia per ottenere una struttura consona ad ospitare il processo. «La Protezione civile si è detta disponibile a montare una tensostruttura a Catanzaro Siano per fare l’udienza preliminare. La prima udienza sarà a fine luglio – riferisce Gratteri – ma è importante che un minuto dopo si inizi a pensare a un’aula bunker definitiva, che potrebbe essere realizzata dietro al tribunale per i minorenni di Catanzaro, dove c’è una struttura del Dap mai usata. Ritengo che questa soluzione sia la meno costosa e la più utile».

E poi con orgoglio avanza riconoscenza verso la sua squadra: «ho l’onore di dirigere una procura con magistrati superiori alla media e grandi investigatori – dice Gratteri – il mio obiettivo è fare bene il mio lavoro perché la cosa che manda ai pazzi i mafiosi e i massoni deviati è la mia credibilità in Calabria». Lo stesso Gratteri però non condivide invece l’ipotesi avanzata dal capo del Dap riguardante «il teatro del carcere di Vibo Valentia: secondo me non va bene perchè la videoconferenza è possibile solo per i detenuti e non per gli imputati liberi» ha sostenuto il Procuratore Gratteri.

di Francesca Russo


Commenta

commenti