Home / Breaking News / Ecco chi potrebbe entrare nel primo consiglio comunale di Corigliano Rossano

Ecco chi potrebbe entrare nel primo consiglio comunale di Corigliano Rossano

Le ipotesi della composizione dell’assise a pochi giorni dal ballottaggio fra Stasi e Graziano. La top ten dei candidati più votati

corigliano rossanoIn attesa del turno di ballottaggio di domenica prossima che sancirà chi fra Flavio Stasi e Giuseppe Graziano sarà il primo sindaco della storia di Corigliano Rossano, i voti di preferenza relativi ai singoli candidati al consiglio comunale – ancora “secretati” dopo dieci giorni dall’apertura delle urne – hanno prodotto dei veri e propri exploit. Dati praticamente certi ma ufficiosi, comunque, anche perché saranno verificati ulteriormente venerdì mattina dall’ufficio elettorale centrale, in virtù di alcune osservazioni mosse dai rappresentanti di lista.
Nella speciale “top ten”, boom di preferenze, dunque – la proiettano ad essere la prima eletta e probabile presidente del Consiglio se vincesse Stasi – per Marinella Grillo (già consigliere di Rossano) che ha ottenuto ben 843 voti (più altri da discutere) nella lista “Corigliano Rossano Pulita”.

Poco più giù a quota 835, Salvatore Tavernise, all’esordio, sempre nella lista “Corigliano Rossano Pulita” (Stasi). Terzo assoluto, il già vicesindaco di Rossano Aldo Zagarese con 729 preferenze nella lista “Democratici Corigliano Rossano” (Promenzio).

 

Appena fuori dal podio dei primi tre, ma per una manciata di voti, l’ex presidente del Consiglio comunale di Rossano, Rosellina Madeo, con 691 voti ottenuti nella lista “Fiori d’Arancio” (Promenzio), quindi la prima della coalizione di Graziano, Adele Olivo, già assessore e consigliere comunale di Rossano, con 603 preferenze nella lista “Il Coraggio di Cambiare”. Settimo classificato in questa speciale graduatoria un altro ex assessore rossanese, Leonardo Trento, con 582 voti nella lista “Fiori d’Arancio” (Promenzio). All’ottava e nona “posizione” ecco i primi coriglianesi: gli ex consiglieri Francesco Madeo con 579 preferenze nella lista “Gente di mare” (Promenzio) e Fabio Olivieri, anche lui già in consiglio con 561 suffragi nella lista “Volare alto” (Promenzio). Chiudono la classifica dei primi dieci più votati Pietro Mingrone, altro esordio, con 533 preferenze nella lista “Corigliano Rossano Pulita” (Stasi) e un altro ex presidente del consiglio comunale di Rossano, Vincenzo Scarcello, con i suoi 533 voti nella lista “Il Coraggio di Cambiare” (Graziano).

A voler ipotizzare la composizione del primo consiglio comunale di Corigliano Rossano, nei due casi – qualora vincesse Stasi oppure Graziano – entrambi otterrebbero il premio di maggioranza, pari ad un consigliere comunale in più. Per l’esattezza, che vinca Graziano o che s’imponga Stasi, la prossima assise comunale sarà formata dal sindaco, da quindici consiglieri comunali di maggioranza e da nove di opposizione.

IPOTESI STASI

Ecco la probabile composizione se Flavio Stasi dovesse essere eletto sindaco: 5 seggi a “Corigliano Rossano Pulita”: Pietro Mingrone, Alessia Alboresi, Tatiana Novello, Domenico Rotondo, Liliana Zangaro (tutti all’esordio); quattro seggi alla lista “Uniti per Flavio Stasi Sindaco”: Salvatore Tavernise, Titti Scorza (già consigliere), Piersalvino De Gaetano (new entry), Biagio Frasca (new entry); tre a Corigliano Rossano domani: Mattia Salimbeni, Claudio Vincenzo Malavolta, Antonio Cassano (tutti all’esordio) ; tre i seggi a “Corigliano Rossano Futura”: Marinella Grillo (ex consigliere), Maria Salimbeni e Cesare Sapia (new entry).

All’opposizione, cinque saranno i seggi conquistati dalla coalizione “Il sindaco che unisce”: oltre a Giuseppe Graziano, troverebbero posto in assise Adele Olivo e Vincenzo Scarcello de “Il Coraggio di Cambiare”, Costantino Baffa (new entry, Lega) e Gennaro Scorza (new entry, “Graziano Sindaco”). Quattro seggi, invece, spetterebbero alla coalizione “Civico e Popolare”. Insieme a Gino Promenzio entrerebbero Rosellina Madeo (“Fiori d’Arancio”), Aldo Zagarese (“Democratici”) e Francesco Madeo (“Gente di mare”).

IPOTESI GRAZIANO

Se vincesse Giuseppe Graziano, il consiglio comunale sarebbe composto da cinque consiglieri de “Il Coraggio di Cambiare”: Adele Olivo, Vincenzo Scarcello, Serafina Pittore (new entry), Antonio Barone (già consigliere) e Francesca Cicero (new entry); due i seggi della Lega, Costantino Baffa (new entry) e Ioana Gabriela Bothar (new entry); due i seggi della lista “Giuseppe Graziano Sindaco”, Gennaro Scorza (new entry) e Antonio Pisani (new entry); due seggi a Fratelli d’Italia, Raffaele Vulcano (già in Consiglio) e Giovanni Vergadoro (new entry); uno alla lista “Insieme”, Marta Pellegrino (new); uno alla lista “Alternativa Democratica”, Marco Graziano (new entry); uno a “Coro di Moderati”, Grazia Vulcano (new entry) e uno a “Direzione Corigliano Rossano”, Piero Lucisano (ex consigliere).

All’opposizione siederebbero cinque consiglieri di “Civico e Popolare”: oltre a Promenzio, uno per “Fiori d’Arancio”, Rosellina Madeo; uno per i “Democratici”, Aldo Zagarese; uno per “Gente di Mare”, Francesco Madeo e uno per “Città Positiva”, Carlo castrovillari (new entry). Quattro i seggi per la coalizione “Flavio Stasi Sindaco”: insieme al candidato a primo cittadino, gli scranni andrebbero a Pietro Mingrone (“Corigliano Rossano Pulita”), Salvatore Tavernise (“Uniti per Stasi sindaco”) e Mattia Salimbeni.
Due giorni ancora e poi l’arcano sarà svelato.

Fonte: Corriere della Calabria


Commenta

commenti