Home / Attualità / Presto i lavori sulla galleria paramassi Sant’Antonio? Ci sono i soldi del Ministero

Presto i lavori sulla galleria paramassi Sant’Antonio? Ci sono i soldi del Ministero

Il viceministro Cancelleri ha annunciato un piano straordinario di 47milioni per la viabilità provinciale della Calabria. Per la Provincia il ripristino del tratto della SP188 rappresenta una priorità. Sarà così?

Il sopralluogo alla galleria paramassi del presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci e del sindaco Flavio Stasi insieme ai vertici degli uffici tecnici provinciali e comunali nella scorsa estate

Potrebbe giungere presto a soluzione la questione della galleria paramassi “Sant’Antonio”, lungo la provinciale 188. Il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, infatti, ha stanziato un miliardo di euro da destinare proprio agli interventi urgenti sulle strade provinciali italiane.

La notizia è stata data stamani dallo stesso viceministro del dicastero di piazza Porta Pia, il pentastellato Giancarlo Cancelleri, precisando che «gli interventi previsti e ripartiti per Province e Città metropolitane rispondono alle esigenze di sicurezza stradale dei cittadini, al fine di ridurre l’incidentalità e consentire il diritto alla mobilità in tutte le aree del Paese».

Di questo miliardo, 47 milioni sono stati assegnati alla Calabria e saranno destinati principalmente ad «abbattere il tasso di incidentalità e ad arginare la vulnerabilità delle strade rispetto ai fenomeni di dissesto idrogeologico».

E proprio in questo ultimo quadro potrebbe inserirsi, in forma prioritaria, l’intervento di ripristino della galleria lungo la sp18 che dallo Scalo di Rossano giunge fino in Sila passando proprio per il centro storico del capoluogo bizantino.

Un’arteria strategica che, però, dal novembre 2015 rimane parzialmente interrotta a causa della chiusura per pericolosità statica, causata proprio dall’alluvione di 5 anni fa, del primo porticato paramassi, sottostante cozzo Sant’Antonio, all’intersezione con la provinciale 250. Una interruzione parzialmente disostruita grazie ad un bypass stradale a traffico alterno che però continua a causare non pochi disagi alla viabilità e al sistema dei servizi.

La strada, infatti, non solo rappresenta l’arteria principale per raggiungere la filiale provinciale INPS di Via Acqua di Vale nonché la via d’accesso più veloce per i turisti alla Città del Codex, ma è anche il passaggio obbligato per raggiungere uno dei quartieri più popolosi del centro storico di Rossano.

«Avere a disposizione la certezza di nuove risorse per i prossimi 4 anni – precisa ancora il viceministro Cancelleri – consente agli enti locali di avviare subito interventi urgenti e di definire un’adeguata programmazione di altri più profondi interventi per gli anni successivi… Il nostro Paese merita strade sicure e moderne».

Insomma, ora che i soldi sono stati stanziati (le somme saranno spalmate nel corso di una programmazione di 4 anni) servirà la volontà politica per far sì che parte della somma attribuita alla Calabria venga destinata proprio ai lavori di ripristino della galleria Sant’Antonio. La provincia nei mesi scorsi, a seguito dell’ennesimo sopralluogo, aveva rassicurato l’Amministrazione di Corigliano-Rossano sulla priorità dell’intervento, stante ovviamente la disponibilità economica che all’epoca mancava. Ora i soldi ci sono…


 

 

 

 

Commenta

commenti