Home / Attualità / Prefettura di Cosenza: “Giorno della memoria, per non dimenticare”

Prefettura di Cosenza: “Giorno della memoria, per non dimenticare”

Il prossimo  27 gennaio ricorre il “Giorno della Memoria” istituito in ricordo della tragedia dell’Olocausto e della deportazione dei cittadini italiani civili e militari nei campi nazisti

Nell’ambito di detta manifestazione celebrativa, nata per ricordare  la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte e coloro che si sono opposti ai progetti di sterminio a rischio della propria vita, questa Prefettura ha promosso e sostenuto nell’intero territorio provinciale iniziative rievocative finalizzate a dare particolare e significativo rilievo all’evento, soprattutto per le giovani generazioni affinché la storia sia di monito all’agire presente contro ogni forma di intolleranza e di discriminazione.

In particolare il programma del 27 gennaio 2020 vedrà, presso l’ex campo di concentramento Ferramonti, la deposizione della Corona al Monumento dedicato agli ex internati ed a seguire, alla presenza delle autorità locali, si terrà la  cerimonia di consegna da parte del Prefetto della provincia di Cosenza, dott.ssa Cinzia Guercio, delle Medaglie d’Onore a quattro cittadini italiani deportati nei  lager nazisti  e residenti nella provincia cosentina e/o ai familiari dei deceduti. Di seguito si riportano i nominativi dei cittadini per i quali, con decreto del Presidente della Repubblica, è stato disposto il conferimento della Medaglia d’Onore:

CAPPELLO Natale Angiolino, deportato a Berlino  dal 8.09.1943 al 23.4.1945;

CHINIGO’ Angelo Emilio, deportato in Germania dal 9.9.1943 al 9.4.1945;

DONATO Francesco, deportato in Germania dal 9.9.1943 al 18.9.1945;

PARROTTA Venanzio Giovanni, deportato a Weingarten (Germania) dall’8.9.1943 al 9.2.1944.


 

Commenta

commenti