Home / Attualità / Porta a porta a Donnanna, Antoniotti: “I cittadini stanno dimostrando grande senso civico”

Porta a porta a Donnanna, Antoniotti: “I cittadini stanno dimostrando grande senso civico”

ecoross-donnannaDifferenziata e riutilizzo dei rifiuti, nel quartiere Donnanna è partita la raccolta spinta. Prima settimana di sperimentazione nell’area residenziale dello Scalo e i risultati che si registrano sono a dir poco incoraggianti. Soprattutto per l’entusiasmo e la volontà dei residenti, che stanno collaborando con enorme senso civico al rivoluzionario programma di smaltimento rifiuti voluto dall’Amministrazione comunale. Antoniotti: Siamo tra le prime Città della provincia ad aver avviato la raccolta a domicilio. Speriamo, nel prossimo futuro, di poter estendere questo programma all’intera cittadinanza.

Lo scorso Mercoledì 1 Ottobre gli operatori della Ecoross Srl, società che gestisce il servizio di raccolta rifiuti e nettezza urbana, hanno completato gli interventi di rimozione dei cassonetti verdi dal quartiere Donnanna, sostituiti da una più capillare ed efficace rete di contenitori per la raccolta differenziata di tutte le tipologie di materiali, distribuiti a famiglie e condomini, ognuno con un codice magnetico di riconoscimento. Alle operazioni di avvio del nuovo programma di raccolta rifiuti era presente anche il Sindaco Giuseppe Antoniotti.

Il porta a porta a Donnanna – dichiara soddisfatto il Primo cittadino, a distanza di una settimana dall’inizio del nuovo programma di raccolta rifiuti – ha avuto inizio e non poteva che avere avvio migliore. In soli sette giorni abbiamo rivoluzionato il classico metodo di smaltimento dei rifiuti familiari registrando risultati a dir poco entusiasmanti. Nonostante i cassonetti verdi siano stati tutti asportati dalle vie del quartiere, il livello di collaborazione dei cittadini è davvero incoraggiante. La quasi totale maggioranza dei residenti si sta attenendo alle regole ed il cambiamento è palesemente tangibile. Il sistema del ritiro della spazzatura a domicilio, infatti, supera gli schemi classici di smaltimento, sopperendo in toto alla prassi del conferimento dei sacchetti dell’immondizia nei classici centri di raccolta posizionati lungo le strade. E questo non solo a beneficio dell’ambiente e dell’intero ciclo di riutilizzo dei rifiuti ma anche del decoro urbano. I viali e le piazze sgombre dai cassonetti della spazzatura restituiscono un aspetto dignitoso al nostro centro urbano. Siamo soddisfatti che la gente stia rispondendo con enorme senso di civiltà e responsabilità. Sintomo, questo, che le campagne di sensibilizzazione avviate dal 2011 ad oggi dall’Amministrazione comunale, da un lato, e ed il continuo stato emergenziale del sistema rifiuti in Calabria, dall’altro, ha accresciuto il senso civico e di responsabilità della popolazione, educandola al corretto utilizzo dei rifiuti. Oggi – prosegue Antoniotti – tutti, dai più piccoli agli anziani, sono consapevoli che differenziare rimane l’unica via d’uscita per contribuire al risanamento dell’ecosistema globale e per razionalizzare al meglio le risorse, anche economiche. Il porta a porta è un contributo “forzato” affinché questo processo abbia inizio e per inoltrare la cittadinanza ad avere nel futuro un rapporto naturale e spontaneo con la differenziata. La speranza – aggiunge il Sindaco – è che questo programma sperimentale possa essere esteso, già dal prossimo anno, ad altre aree e quartieri del nostro comune. Ringrazio i dirigenti, i tecnici e gli operatori della Ecoross per la professionalità e l’impegno che stanno profondendo in questo progetto. Se si raggiungeranno, come crediamo, dei risultati sarà anche merito loro.

È l’attuazione di un progetto – aggiunge l’assessore al ramo Rodolfo Alfieri – che porta con se un lavoro lungo mesi e che ha visto impegnati sinergicamente i tecnici della Ecoross e dell’Ufficio Ambiente. Il raggiungimento degli obiettivi prefissi con la realizzazione della raccolta spinta è propedeutico ad una vera e propria rivoluzione culturale rispetto alla gestione dei rifiuti. Sulla quale stiamo lavorando attraverso la costante informazione ed il sanzionamento educativo. Ovviamente, in questa prima fase di sperimentazione nella quale la stragrande maggioranza dei cittadini sta rispondendo con deciso entusiasmo, non mancano le note stonate. Si è registrato qualche atto vandalico, per fortuna isolato, ai danni di alcuni contenitori della differenziata, oltre all’abbandono, da parte di qualche incivile, di alcuni sacchetti di immondizia nel vicino torrente Citrea. La polizia municipale – conclude Alfieri – è a lavoro per individuare e reprimere tali incresciose situazioni.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*