Home / Attualità / Polizia di Stato, 167° fondazione: sono del sovrintendente Pino Savoia le 4 sculture che raccontano l’evoluzione del fregio esposte a Roma

Polizia di Stato, 167° fondazione: sono del sovrintendente Pino Savoia le 4 sculture che raccontano l’evoluzione del fregio esposte a Roma

poliziaPolizia di Stato. In occasione della Festa della Polizia di Stato nel 167° anniversario della sua fondazione,quattro sculture di Pino Savoia, Sovrintendente Capo della Polizia di Stato in forza alla Questura di Cosenza ed in servizio al Commissariato di P.S. di Corigliano-Rossano racconteranno l’evoluzione del fregio della Polizia ed esposte a Roma, nella splendida cornice del Pincio,  Quest’anno, alle rituali celebrazioni, si aggiunge anche il centesimo anniversario dell’utilizzo dell’aquila come emblema identificativo del corpo.

Circostanza che assume particolare rilevanza storica in quanto interviene in un periodo di grande evoluzione per  i caratteri distintivi della Polizia di Stato. 

A breve, infatti verranno introdotti, sulle uniformi di tutti i poliziotti in servizio, i nuovi distintivi di qualifica, atti a sottolinearne la peculiare appartenenza ad un’ Amministrazione civile ad ordinamento speciale.

L’ECLETTISMO DI PINO SAVOIA

Pino Savoia, già responsabile dell’archivio fotografico dell’Ufficio Storico della Polizia di Stato, nonché membro del gruppo di lavoro preposto alla rielaborazione delle nuove uniformi e dei distintivi di qualifica, ha contribuito, con la sua matita e la sua creatività a tracciare il giusto percorso evolutivo, fra tradizione e innovazione, in questo delicato compito identitario. Traguardo raggiunto grazie anche  alla sensibilità ed allo spirito di appartenenza proprio di chi quotidianamente indossa la divisa.

L’artista, inoltre, sottolinea come le sculture, esposte in questa importante celebrazione al cospetto delle massime autorità istituzionali, hanno avuto una genesi non casuale.

Infatti sono state realizzate con la partecipazione attiva dei detenuti della casa circondariale di Corigliano-Rossano che lavorano presso le aziende di ceramica e falegnameria operanti al suo interno. Esempio formativo e riabilitativo particolarmente proficuo. Sue sono anche le otto tempere commemorative realizzate, lo scorso 26 febbraio, per la ricorrenza dei 100 anni dall’istituzione della nostra Questura. Stampate in formato cartolina dall’Ente Poste Italiane ed impreziosite con l’annullo filatelico coniato in occasione dell’evento, sono diventate un ghiotto cadeau per gli appassionati partecipanti all’iniziativa.

Commenta

commenti