Home / Breaking News / Politica, non si tiri la coperta

Politica, non si tiri la coperta

metro-leggeraIL TEMA della settimana è duplice con, da un lato, la metropolitana leggera di superficie della quale politica, cittadini e forze sociali hanno iniziato a parlare, dall’altra è che finalmente cinque comuni potranno avere un piano regolatore che va sotto la sigla di Piano Strutturale Associato, che dovrebbe armonizzare i loro territori. Si tratta di Cassano, Corigliano, Rossano, Crosia e Calopezzati.
In effetti il Psa dovrà disegnare l’impalcatura generale e i piani strutturali comunali scendere nel dettaglio. Abbiamo sottolineato come la distrazione, o forse la impossibilità dell’ex sindaco di Crosia Aiello, ha fatto rischiare la decadenza dei vigenti piani regolatori generali. Fortuna che la Regione li ha prorogati, se no decine e decine di lottizzanti sarebbero rimasti in braghe di tela.
Questo episodio la dice lunga su come la burocrazia rallenti tutti i processi, in questo caso è la politica che ha frenato, ben sapendo a cosa si andava incontro.
Per la metro leggera, dalla burocrazia arriva la spinta a rimodulare i grandi progetti e spendere i soldi prima che ritornino nelle casse europee. C’è poco da scherzare, anche se qualche pericolo si corre. Primo fra tutti, è che i politici si accapiglino, tirando la coperta di qua e di là anche perché il voto per le regionali a novembre è una occasione ghiotta per dire “si spende qua, no, si spende dall’altra parte”.
Attenzione a questa calamità, che ha sempre frenato i processi di sviluppo della zona. Attenti alle trappole di aree più potenti, perché di scippi questo territorio non ne può più e non per qualche motivo particolare, ma perché in questo territorio non è rimasto più nulla.
Per una volta soltanto, siamo seri!

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*