Home / Attualità / Placido a Mascaro: a Pasqua torno a Rossano

Placido a Mascaro: a Pasqua torno a Rossano

placidoMichele Placido farà ritorno nella Città del Codex a Pasqua. Lo ha confermato lo stesso attore in una telefonata al sindaco di Rossano Stefano Mascaro. Fatta in occasione dello svolgimento a Palazzo San Bernardino de La notte nazionale del Liceo classico. Con il quale il primo cittadino, che insieme all’assessore Flotta ha partecipato alla riuscitissima serata culturale, si è vivamente complimentato. L’istituto superiore rossanese si è infatti classificato secondo in Calabria nella lista dei migliori licei classici. Classifica stilata dal portale Eduscopio della Fondazione Agnelli. “Ancora una volta – ha affermato il sindaco – il Liceo Classico San Nilo ha dimostrato di saper offrire un contributo di elevato livello culturale. E di grande e motivata partecipazione all’iniziativa nazionale Notte del Liceo. Finalizzata a sensibilizzare le nuove generazioni sull’utilità oggi ancor più preziosa del metodo sotteso alla formazione classica.

IL SALUTO DI PLACIDO A ROSSANO DURANTE LA PRESENTAZIONE DEL ROMANZO DI LUCA BIANCHINI

Nel condividere il messaggio del quale sono stati protagonisti indiscussi e lodevoli gli studenti dello storico e prestigioso istituto rossanese cogliamo l’occasione per congratularci per l’eccellente iniziativa. Proposta e condivisa con la Città. E per esprimere un plauso alla dirigente Adriana Grispo ed a tutto il corpo docente per la sensibilità dimostrataÈ stato lo stesso Primo Cittadino, insieme al famoso scrittore Luca Bianchini (del quale è stato presentato il libro Nessuno come noi) ed alla dirigente scolastica Grispo ad aprire la manifestazione. Con il saluto telefonico a Rossano di Placido. Attore protagonista, tra l’altro, in due film di successo tratti dai romanzi dello stesso Bianchini (Io che amo solo te e La cena di Natale).

 Accompagnato dall’assessore Flotta, insieme ai responsabili della Libreria Mondadori partner dell’evento culturale, Bianchini ha poi avuto modo di visitare il Centro Storico della Città d’arte. E di conoscere ed apprezzare, restandone affascinato, il Codex Purpureus Patrimonio Unesco.

Commenta

commenti