Home / Attualità / Perla di Calabria lancia lo “store diffuso” con un nuovo espositore dedicato al Patire

Perla di Calabria lancia lo “store diffuso” con un nuovo espositore dedicato al Patire

Distribuito in questi giorni e protagonista nei bar, pub, centri commerciali e punti vendita delle principali città della provincia di Cosenza ed in altre province

Dal suo scriptorium uscirono preziosissime trascrizioni di codici, alcuni dei quali sono conservati nella Biblioteca Vaticana e nel Museo del Codex Purpureus Rossanensis. Edificato nel XII secolo dopo Cristo a circa 600 metri di altitudine tra le montagne della Sila Greca è un antico cenobio basiliano costruito grazie alle elargizione dei principi normanni: fu uno dei più ricchi dell’Italia meridionale.

Dall’antico Monastero del Patirion, che resta oggi uno dei più importanti e mistici tra i marcatori identitari distintivi di Corigliano-Rossano e della Calabria, continuano a trarre ispirazione, energia, design, visione non soltanto il nuovo brand di Perla di Calabria ed il nuovo store su Via Galeno, presentati ed inaugurati nei mesi scorsi.

Alle suggestioni ed al simbolo di quello che oggi è conosciuto col nome di Chiesa di Santa Maria del Patire o semplicemente Patire, dedicata a Santa Maria della Nuova Odigitria si richiama, infatti, anche plasticamente l’ultima iniziativa commerciale ma anche di responsabilità sociale e di marketing territoriale dell’antico liquorificio artigianale: l’originale espositore artistico con il progetto di store diffuso.

Disegnato dall’architetto Francesca Felice e realizzato in esclusiva per Perla di Calabria, il nuovo espositore degli amari e liquori realizzato in cartone ondulato rappresenta un’ulteriore evoluzione del concept grafico aziendale: richiama, infatti, le tre grandi absidi circolari in stile arabo-normanno all’esterno del Patire, decorate da archi in mattoni e pietre tagliate in cui trovano spazio i medaglioni con disegni geometrici bicolori da cui nasce il restyling grafico del logo dalla casa fondatrice del famoso e ricercatissimo Amaro Bizantino.

Distribuito in questi giorni e protagonista nei bar, pub, centri commerciali e punti vendita delle principali città della provincia di Cosenza ed in altre province, insieme alla proposta degli amari e liquori identitari realizzati nel rispetto di antichissime ricette e tradizioni con le erbe, le radici e gli agrumi del territorio, la mappa del nuovo espositore Perla di Calabria, icona di un vero e proprio store diffuso, contribuirà a trasmettere e promuovere anche e soprattutto la forza della Storia ed il gusto dell’identità.

Nell’ambito dello stesso impegno a sostegno della promozione del patrimonio identitario e culturale territoriale Perla d Calabria è tra i sostenitori della candidatura del Patire a Luogo del Cuore, il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal Fondo Italiano Ambientale (FAI). C’è tempo fino al 15 dicembre per votare (online: https://www.fondoambiente.it/luoghi/chiesa-del-patire?ldc) e fare entrare l’Abbazia tra i primi tre classificati a livello nazionale e ottenere fino a 50 mila euro per la sua valorizzazione.

Complesso monastico basiliano, di epoca bizantino-normanna, Santa Maria del Patire è situato in località Ronconiate, detta anche il Luogo dei Padri(Patìr, monastero del Padre)in una posizione strategica e di grande fascino: al centro tra le due aree urbane, posta su un pianoro tra la valle del Cino e il vallone degli Aranci, immersa tra i boschi dell’ultimo lembo della Sila Greca a ridosso dell’oasi naturalistica dei Giganti di Cozzo del Pesco(possenti castagni secolari) e con affaccio sulla piana di Sibari e sullo jonio.


Commenta

commenti