Home / Attualità / Peperoncino Jazz, grande attesa per Gegè Telesforo e Dario Deidda a Corigliano Rossano

Peperoncino Jazz, grande attesa per Gegè Telesforo e Dario Deidda a Corigliano Rossano

Prosegue con enorme successo di pubblico e critica il Peperoncino Jazz Festival 2019

peperoncino jazzIl Peperoncino Jazz Festival, rassegna itinerante che fa tappa nelle più belle località calabresi, è giunto alla sua XVIII edizione. E anche quest’anno vanta un cartellone artistico di grandissima qualità (oltre 50 sono gli eventi in programma in due mesi di programmazione); con il coinvolgimento nel suo circuito turistico/culturale di ben 33 comuni di tutte e cinque le province della regione. Confermando così come uno dei più importanti eventi culturali e turistici del Meridione. Dopo l’esplosiva partenza a firma di Steve Gadd nel prestigioso contesto del Teatro Auditorium dell’Unical, dopo aver esplorato in lungo e in largo il territorio del Pollino e quello della Sila e dopo aver portato gli spettatori alla scoperta delle più belle località della costa ionica calabrese, il festival organizzato dall’associazione culturale Picanto in questa seconda metà del mese di agosto sta inondando di musica e sapori il Tirreno cosentino.

DOMANI (lunedì 19 agosto), invece, prima dell’avvio di una ricchissima “cinque giorni” all’insegna del Cetraro Jazz (in programma dal 20 al 24 agosto nel centro storico della località famosa per il suo attrezzato Porto Turistico con artisti del calibro di Marcondiro, Joyce Yuille, Danilo Rea & Peppe Servillo Duo, Roberto Gatto Trio e Nicky Nicolai & Stefano Di Battista Quartet), il festival musicale più piccante d’Italia tornerà a far tappa nel territorio di Corigliano Rossano; già teatro, lo scorso 4 agosto, dell’indimenticabile esibizione del super trio Erskine/Gomez/Moroni. Un concerto che ha mandato in visibilio i numerosissimi spettatori accorsi per l’occasione anche dalla Puglia e dalla Basilicata nello splendido chiostro di Palazzo San Bernardino.

Questa volta la cornice scenografica dell’evento sarà quella del Castello Ducale; laddove, dopo gli strepitosi successi degli scorsi anni – di cui sono stati protagonisti artisti del calibro di Sarah Jane Morris, Nick The Nightfly, Joe Barbieri, Danilo Rea, Roberto Gatto, Wlter Ricci e Sagi Rei con Ryan Kilgore – grazie alla virtuosa sinergia tra la nuova amministrazione comunale guidata dal sindaco Flavio Stasi e le associazioni cittadine LiberaMente Onlus e White Castle e alla rinnovata (per l’ottavo anno consecutivo) joint-venture con il “Corigliano Jazz & Soul” (evento ideato da Andrea Caroli e Gioacchino Campolo), si esibirà il trio del grandissimo DARIO DEIDDA (unanimemente considerato uno dei migliori bassisti al mondo, vanta collaborazioni, tra gli altri, con Michel Petrucciani, Tom Harrell, Randy Brecker, Marcus Miller, Vinnie Colaiuta ma anche con Pino Daniele, Fiorella Mannoia e Ivano Fossati), con Domenico Sanna al pianoforte, il giovane talento della batteria Michele Santoleri e, in qualità di special guest, il carismatico GEGÈ TELESFORO

Vocalist che conosce e pratica come nessun altro lo “scat” (forma di canto jazz basata sull’improvvisazione vocale), tanto da essere considerato dalla critica internazionale come uno degli innovatori dello “scat singing”; vincitore, per ben nove anni consecutivi (2010-2018), del prestigioso Jazzit Award nella categoria “Best Male Voice”; polistrumentista, compositore, conduttore e autore di programmi radiofonici (Capital Groove Master) e televisivi (protagonista, tra l’altro, di tutte le trasmissioni di Renzo Arbore), Gegè Telesforo è anche un appassionato e un profondo conoscitore di musica, in particolare il jazz e la fusion, tanto che collabora con giornali e importanti riviste specializzate e nella sua carriera ha duettato con artisti del calibro di Jon Hendricks, Dizzy Gillespie, Clark Terry, Dee Dee Bridgewater e tanti altri.

Il quartetto presenterà “My Favourite Strings”, nuovo album uscito a nome del portentoso bassista salernitano, prodotto da Gegè e distribuito in tutto il mondo da Ropeadope Records e Groove Master Edition, proponendo un repertorio che spazia dallo stile manouche di “Bye Bye Blues” allo swing irresistibile di “Air Mail Special” di Benny Goodman, fino al groove ipnotico di “Freedom Jazz Dance”.

Nel corso della serata, che prevede un biglietto a posto unico di15 euro acquistabile direttamente al botteghino o in prevendita on line su www.inprimafila.net o chiamando ai numeri 339/6584695 e 333/6249159) e che avrà inizio alle ore 22, come nella migliore tradizione del PJF sarà caratterizzato anche dalla presenza dei Sommelier professionisti della F.I.S. (Fondazione Italiana Sommelier) Calabria presieduta daGennaro Convertini, che guideranno il pubblico nelladegustazione dei migliori vini calabresi (questa volta si potranno degustare quelli prodotti dalle Cantine Greco e Statti).


Commenta

commenti