Home / Attualità / Il PD contro l’Amministrazione «Chiarezza sulla selezione per l’assunzione del nuovo Dirigente del Settore Lavori Pubblici»

Il PD contro l’Amministrazione «Chiarezza sulla selezione per l’assunzione del nuovo Dirigente del Settore Lavori Pubblici»

pd

Il Partito Democratico di Corigliano Rossano vuole chiarezza sulla selezione per l’assunzione del nuovo Dirigente del Settore Lavori Pubblici. La selezione per l’assunzione del Dirigente del settore Lavori pubblici, tramite procedura ex art. 11 – secondo i Dem – si è svolta in modo poco chiaro e trasparente, suscitando clamore nei media e perplessità nella comunità.

«Pertanto – fanno sapere tramite una nota – riteniamo che l’Amministrazione comunale debba fare chiarezza. In particolare, riteniamo che l’Amministrazione debba chiarir se uno dei membri della Commissione Esaminatrice sia stato o sia socio in studio di progettazione con uno dei candidati, risultato vincitore. Se il candidato vincitore è stato prima escluso dai colloqui per assenza dei requisiti minimi e poi ammesso il giorno dopo. Se il bando manifesta vizi o illegittimità nei requisiti richiesti. Se sono pervenute domande di candidati oltre la scadenza prefissata del 4 gennaio 2020 e se sono state ammesse. Se nella valutazione dei candidati è stato assunto a requisito l’uso della lingua inglese come richiesto nel bando. Se, confermato il rapporto societario tra esaminante ed esaminato, l’Amministrazione comunale ritenga la selezione per l’assunzione del nuovo Dirigente del Settore Lavori Pubblici viziata ed illegittima.Se l’Amministrazione comunale, nella sussistenza di una tale illegittimità, ritenga di poter superare il conflitto di interessi e garantire un’azione amministrativa libera da possibili intrecci ed interessi che stanno equivocando fin dall’inizio la nuova assunzione. Se l’Amministrazione comunale ritenga che l’attività amministrativa debba essere sempre improntata alla trasparenza e se intenda prendere iniziative per garantirla anche nella presente vicenda. – In conclusione riteniamo che, nella gestione della cosa pubblica e delle risorse economiche pubbliche, la trasparenza non solo debba essere affermata, ma debba essere anche praticata e partecipata al controllo dei cittadini».


Commenta

commenti