Home / Breaking News / Pd, Esposito rinuncia. Non sarà lui il commissario

Pd, Esposito rinuncia. Non sarà lui il commissario

pd

Il senatore del Pd, e vicepresidente della Commissione Lavori Pubblici, Stefano Esposito, durante la conferenza stampa di presentazione di un ddl per l’introduzione del “debat public” che prevenga conflitti sociali nella realizzazione di infrastrutture, presso la Sala Nassiriya al Senato, Roma, 23 aprile 2015. ANSA/ CLAUDIO PERI

La notizia del dietrofront circolava dalla tarda mattinata di giovedì. E, pur senza la conferma ufficiale del diretto interessato, pare ormai acquisita: Stefano Esposito, ex senatore del Partito democratico, dopo aver accettato nella sera di ieri l’invito del partito nazionale (qui la notizia), ha deciso di fare un passo indietro. Non sarà lui il commissario del Pd calabrese. Forse perché l’impresa di ricompattare i quadri dirigenziali gli è sembrata improba, forse perché le pressioni sono troppe.

PD, ORFINI DOVRA’ ORA INDIVIDUARE UN ALTRO NOME

Fatto sta che, a neppure 24 ore dalla sua nomina, il presidente dem Matteo Orfini dovrà individuare un altro nome: qualcuno che si senta capace di affrontare l’impresa di rimettere in piedi – quanto meno per affrontare il congresso – un partito che appare sfaldato. Circola già il primo nome; quello del campano Stefano Graziano. Sempre ammesso che accetti. Il dossier calabrese è uno dei più complicati tra i non pochi aperti sul tavolo dei vertici dem. Trovare qualcuno disposto a occuparsene non è facile


Commenta

commenti