Home / Breaking News / Pd Cor-Ros: su fusione pensare a informare

Pd Cor-Ros: su fusione pensare a informare

pd cor-rosPer il coordinamento del Pd Cor-Ros il processo di fusione dei due comuni costituisce “un fatto storico. Che dimostra, finalmente, la maturità ed il cambio culturale della classe politica delle due Amministrazioni Comunali. Nonché di quella della Regione Calabria, delle forze politiche, sindacali, di categoria e delle associazioni delle due città, costituitesi in Comitato per la fusione. Che attraverso il loro impegno hanno fatto sì che la data del 27/01/2017 venga ricordata come un momento storico. Per poi dare finalmente la parola ai cittadini”. Secondo il coordinatore Franco Madeo “ora bisognerà preparare per bene la consultazione referendaria. Evitando tragici passi indietro. Non ce lo possiamo permettere. Il nostro territorio, ma la Calabria tutta, ha bisogno di questa fusione.

PD COR-ROS: FUSIONE VA GUIDATA E GESTITA CON ONESTA’

L’effetto della fusione di queste due città sarà dirompente. Risolutivo di tutte le problematiche dell’intero territorio della Sibaritide. Togliendo, una volta per tutte, “ogni alibi e soprattutto i soliti interessi a burocrati e lobby” che da sempre remano contro. Il Pd, insieme a tutti, continuerà nell’impegno di portare avanti e di sostenere con tutte le sue energie  questa importante occasione della fusione dei due comuni da realizzare in tempi brevi. Un processo che va guidato e gestito nella chiarezza e con onestà. Per ottenere la più armoniosa possibile partenza di queste due gloriose comunità. Ad ognuno le proprie responsabilità.

Allora va lanciata una grande campagna di informazione – consultazione e di partecipazione per permettere a tutti di dire la loro, per informare, per scacciare paure comprensibili in comunità antiche e radicate, far capire che non vedranno morire la loro identità. Anzi in una situazione di profonda crisi come quella che attraversiamo solo unendo le nostre energie potremmo raggiungere nuovi obiettivi che saranno più facilmente agguantati”.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenta

commenti