Home / Ambiente / Pd Cariati: Tante cose ci appaiono strane

Pd Cariati: Tante cose ci appaiono strane

cariatiQualcuno a cariati crede di poter gestire il comune, la cosa pubblica, come se fosse la propria azienda privata, favorendo. – In barba alle regole di trasparenza , di parità di trattamento e di rotazione tanto sbandierate in campagna elettorale. Solo gli amici del cerchio magico, vicini alla famiglia che “sola” comanda cariati.

Non ce ne vogliano gli altri componenti della “maggioranza comunale” ma è evidente che, in questo momento, all’interno del comune c’è chi comanda. Dispone e disfa, a proprio piacimento ed a propria discrezione, e c’è , invece , chi “regge il sacco”!!!

Ma veniamo al dunque.

PD CARIATI

La sindaca – a capo del suo “ristretto cerchio magico” – dopo aver “smantellato ad arte” la macchina amministrativa. Tra vendette, persecuzioni , ritorsioni ed epurazioni politiche, con decreto sindacale n. 7 del 13 giugno 2017 nomina un suo tecnico di fiducia. (Aldilà delle qualità professionali), a capo dell’ufficio tecnico comunale .
Tale nomina è illeggitima, avvenuta in base all’art.110 del tuel che non applicabile per i comuni in stato di dissesto. Comunque prima dell’approvazione del ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato, non ancora intervenuta ad oggi per il comune di cariati.
Per la stessa non è stata indetta nessuna selezione pubblica, a discapito di tutti gli altri tecnici locali che potevano legittimamente concorrere. – Come l’incaricato – a ricoprire tale ruolo prestigioso, giovani compresi!.
Tante cose ci appaiono strane e tanti dubbi ci vengono in mente.:

TANTE COSE CI VENGONO IN MENTE:

• Quali sono stati i criteri adottati per la selezione del professionista?.
• Quali curricula sono stati valutati?.
• Che criteri sono stati adottati per la selezione di una figura cosi’ importante e strategica per la gestione dell’ufficio tecnico?.

• Non era meglio, piu’ trasparente e legittimo. Fare un avviso pubblico e dare la possibilita’ a tutti di poter concorrere alla pari del tecnico architetto scelto a “discrezione” dalla sindaca?.
• Possibile che non c’erano altri tecnici. – Anche simpatici e vicini all’amministrazione – che potevano concorrere a ricoprire tale importante ruolo?. (Si consideri che lo stesso architetto incaricato ricopriva già numerosi incarichi fiduciari tra cui. Il piano spiaggia, le case popolari, il piano strutturale, collaudi vari, gli usi civici e il supporto al rup in tutti i lavori in corso).
E poi:.
• Considerato il dissesto finanziario, ancora in fase di valutazione, era indispensabile procedere alla retribuzione di un professionista esterno. O non sarebbe stato meglio attingere a professionalita’ interne ?. (….. Si consideri che il comune di cariati e’ dotato al proprio interno delle professionalita’ adeguate per titolo e categoria. A ricoprire il ruolo affidato al tecnico esterno).
• Non sarebbe stato piu’ opportuno rivedere le arbitrarie decisioni assunte nei confronti di alcuni dipendenti allontanati e/o sospesi. Magari reintegrando gli stessi nei posti scoperti, producendo cosi’ economie per le casse del comune in dissesto. Invece di utilizzare queste “marachelle” per poter affidare gli uffici aitecnici di strettisima fiducia della sindaca?.

TANTE COSE CI APPAIONO STRANE

Forse la sindaca crede che il comune sia una suo bene privato o, forse, ci vuole far credere che con il suo “ stipendio da sindaca” può pagare chi crede?. Avrebbe fatto meglio, invece, a destinare il suo “stipendio” utilizzandolo per servizi in favore della comunita’ o per aiutare le tante famiglie bisognose di cariati!

Come partito democratico e come gruppo consiliare contestiamo questo modo arbitrario, arrogante ed illegittimo posto in essere dalla sindaca e dal suo “ristretto cerchio magico” …. E’ un anno ormai che assistiamo a tanto.

Noi non intendiamo assistere passivamente a tanta ingiustizia !!!

Commenti
Inline
Inline