Home / Breaking News / Pd, ecco chi entra nell’assemblea nazionale

Pd, ecco chi entra nell’assemblea nazionale

pdVolti sopraffatti dalla stanchezza, ma alle 4 del mattino il dado è quasi tratto nella sede del coordinamento calabrese dei renziani. L’ufficialità ancora non c’è per via del complicato meccanismo dei resti (che vengono calcolati su base regionale). Ma una prima assegnazione dei 27 seggi per l’assemblea nazionale del Pd c’è. E vede, appunto, i seguaci del segretario riconfermato conquistare almeno 19 seggi. Così distribuiti: 5 nel collegio Cosenza e Provincia, 1 Cosenza-Area urbana, 6 Catanzaro-Crotone e 7 Reggio Vibo. Gli orlandiani conquistano, invece, 5 seggi. Con l’exploit del collegio Cosenza-Area urbana dove festeggiano l’elezione di due rappresentanti. Cioè l’ex sindacalista della Cisl Enzo Damiano e Francesca Reda, consigliera comunale a Mendicino.

E la stessa cosa, per il momento, fanno i rappresentanti della mozione Renzi. È guerra di numeri, insomma, nella città dei Bruzi. Per il resto, i fedelissimi del Guardasigilli portano a casa un seggio negli altri tre collegi calabresi. Quanto alla componente guidata da Michele Emiliano, i seggi sicuri sono almeno due. Uno a Cosenza e Provincia (l’ex renziano Giovanni Manoccio). L’altro in quello Reggio-Vibo (l’ex loieriano e renziano Pino Gentile). Un terzo potrebbe scattare in quello Cosenza-Area urbana (dove il capolista è Marco Ambrogio). Ma qui si attende ancora l’ufficialità.

PD, GLI ELETTI A COSENZA

Nel collegio che comprende tutti i centri della provincia di Cosenza possono festeggiare l’elezione nel parlamentino dem Carmine Quercia, ex assessore a Cetraro e vicino al governatore Oliverio e al consigliere regionale Aieta, Anna Maria Di Cianni, preside a San Marco Argentano e franceschiniana convinta, Roberto Rizzuto, ex sindaco di Villapiana e renziano della prima ora, Rocco Era, annoverato tra i fedelissimi di Nicola Adamo, e Fabrizio Ferrante. A Cosenza-area urbana l’unico seggio renziano – ma qui si concentrano ancora i maggiori dubbi, considerato che un’altra renziana, Bianca Rende, canta vittoria per la sua elezione – sarebbe appannaggio del segretario provinciale del partito, Luigi Guglielmelli.

Ma è una vittoria di Pirro perché la gioiosa macchina da guerra (in città metteva assieme Oliverio, Bruno Bossio e Covello) verrebbe sorpassata (anche se questa versione è smentita dai renziani) da quella degli orlandiani di Guccione. A rappresentare gli orlandiani in provincia di Cosenza è l’ex sindaco di Corigliano Battista Genova.

IL COLLEGIO CATANZARO-CROTONE

Decisamente meglio va nel collegio Catanzaro-Crotone: ad entrare nell’assemblea nazionale sono: Gino Murgi, sindaco di Torre Melissa e segretario provinciale oltre che franceschiniano vicino a Nicodemo Oliverio, Anna Maria Cardamone, sindaca di Decollatura, Pasqualino Mancuso, esponente di punta della corrente oliveriana nel capoluogo regionale, Stella Adamo, esponente della Cgil a Crotone, Arturo Pantisano, renziano della prima ora, Debora Chirico, funzionaria del ministero della Giustizia e fedelissima del governatore. A rappresentare la corrente Orlando sarà Fabio Guerriero, fino a poco tempo fa annoverato tra gli esponenti di punta della corrente boschiana calabrese

GLI ELETTI A REGGIO E VIBO

Qui la parte del leone la fanno i renziani, maxi correntone nel quale sono confluiti anche i fedelissimi del governatore Oliverio. I seggi conquistati sono 7 sui 9 in palio. Entrano: Peppe Gullì, vicino al capogruppo dem alla Regione Romeo, Paola Carbone, renziana convinta e sostenitrice dell’asse Falcomatà-Naccari Carlizzi, Enzo Insardà, segretario provinciale a Vibo ed espressione della corrente che fa capo a Censore, Chiara Mirabello, Marco Schirripa, renziano vicino alla corrente di Mimmo Battaglia, Carmela Seva e Carmelo Basile, renziano ante-litteram, esponente dell’asse Battaglia-Irto. Per la mozione Orlando fa il suo ingresso nell’assemblea nazionale un verterano: l’ex presidente della Provincia di Reggio Calabria Giuseppe Morabito. Con Emiliano, infine, entra Pino Gentile.


Commenta

commenti