Home / Attualità / Patire luogo del cuore FAI: «Serve lo sforzo di tutti»

Patire luogo del cuore FAI: «Serve lo sforzo di tutti»

Novellis invita la scuola a massiccia adesione. «Formare ambasciatori per il patrimonio cittadino»

welfare

Candidatura del complesso monastico basiliano di Santa Maria del Patir alla decima edizione del Censimento I Luoghi del Cuore FAI – Fondo Ambiente Italiano, il risultato che può derivare dall’apposizione di una semplice firma a sostegno di un progetto, ha il suo valore aggiunto nel percorso che ha condotto il singolo individuo a quell’azione. Vale sicuramente di più se a firmare è uno studente, cittadino che oggi acquisisce una conoscenza ed una consapevolezza in più e che domani sarà ambasciatore del patrimonio culturale del suo territorio.

È quanto dichiara l’Assessore alla Città della Cultura e della Solidarietà Donatella Novellis che anche nella sua qualità di Presidente di Communia, rilancia l’invito a tutti a partecipare all’importante raccolta firme. La Novellis coglie l’occasione per ringraziare i membri del Comitato e le comunità educanti per quanto già fatto e per quanto continueranno a fare.

L’Assessore si è rivolta ai dirigenti scolastici per promuovere una massiccia adesione delle comunità educanti sottolineando che quei luoghi per la loro importanza meritano una maggiore attenzione, oltre che a livello locale, anche a livello nazionale.

L’obiettivo è quello di potenziare la raccolta di voti cartacei, al fine di poter classificare il Patire Luogo del Cuore tra i primi tre della classifica generale e/o speciale e partecipare così nel marzo 2021 a un bando di finanziamento FAI volto alla valorizzazione e al recupero del sito storico.

L’aiuto consiste nel contribuire come scuola alla raccolta di voti cartacei da parte di alunni, personale docente, educativo ed ATA. In considerazione della didattica a distanza il docente potrà compilare il format con i nominativi degli studenti.

Commenta

commenti