Home / Attualità / Parco Nazionale della Sila pronto a rilanciare candidatura Unesco

Parco Nazionale della Sila pronto a rilanciare candidatura Unesco

parco nazionale della SilaMercoledi 29 Novembre, nel corso di un convegno nella sala stampa dell’Unical, il Parco Nazionale della Sila rilancerà la sua candidatura a “Sito Patrimonio dell’Umanità” UNESCO. La candidatura costituisce un passo importante. Vedersi riconosciuto lo status di “Sito Patrimonio dell’Umanità” rappresenterebbe non solo una ‘medaglia’, un riconoscimento del tanto lavoro svolto, ma soprattutto un volano per lo sviluppo turistico dei nostri territori; e un ulteriore strumento a garanzia della loro conservazione. Essendo abituati a vivere fianco a fianco con una biodiversità così ricca, circondati da un patrimonio culturale inestimabile, testimoni quotidianamente di tradizioni ultra millenarie, molte volte non riusciamo a renderci conto, da calabresi, della nostra fortuna.

Parco Nazionale della Sila,  un riconoscimento come quello UNESCO costituirebbe un valore aggiunto imprescindibile

Ma basta vedere cosa succede in tanti altri luoghi in Italia, in Europa o nel mondo per realizzare che queste cose che noi, per familiarità, tendiamo spesso a dare per scontate non lo sono affatto. Preservarle anche contro gli interessi più miopi ed immediati dell’economia ‘distruttiva’ o contro la semplice inciviltà richiede un lavoro costante.
È in questo che risiede l’importanza fondamentale ed insostituibile di un Parco. Ed è per questo che un riconoscimento come quello UNESCO costituirebbe un valore aggiunto imprescindibile.

Consapevoli di tutto ciò, alla conferenza prenderanno parte esponenti del mondo della politica. Tra gli altri ospiti illustri, il Presidente della Regione Calabria, l’on. Mario Oliverio e l’on. Domenico Bevacqua; dell’accademia come il Magnifico Rettore dell’UNICAL Gino Mirocle Crisci e il professor Pietro Brandmayr; esperti del processo di candidatura UNESCO come la dott.ssa Patrizia Nardi e di forestazione come la dott.ssa Rossella Guadagno.

Commenta

commenti