Home / Attualità / Riunione all’Ente Parco Nazionale della Sila per la partenza della fase operativa del PLL “SILAvoro”

Riunione all’Ente Parco Nazionale della Sila per la partenza della fase operativa del PLL “SILAvoro”

Parco Nazionale della SilaSi è svolta in mattinata presso la sede dell’Ente Parco Nazionale della Sila l’ultima riunione prima del lancio della fase operativa del PLL (Piano Locale per il Lavoro) “SILAvoro.

Il Direttore F.F. del Parco Nazionale dott. Giuseppe Luzzi ha innanzitutto salutato i presenti, ricordando come il PLL sia “una importante opportunità per i nostri giovani.

È uno strumento che ci consentirà di supportarli nel loro percorso, ma al tempo stesso consentirà a loro di ‘ripagare’ i nostri territori grazie alle professionalità che acquisiranno”.Il dott. Luzzi ha poi voluto esprimere i propri ringraziamenti al Presidente Oliverio. “Che ci ha sempre supportato”, ed ha esteso ai presenti i saluti del Commissario Straordinario. La prof.ssa Sonia Ferrari, che a causa di concomitanti impegni istituzionali non ha potuto presenziare.
 RIUNIONE ALL’ENTE PARCO NAZIONALE DELLA SILA

Ricordando infine che “presto verrà anche attivato un Punto Informativo sul PLL proprio qui da noi, presso la sede del Parco”.

“Grazie a ‘SILAvoro’ ancora una volta il Parco Nazionale della Sila, non a caso uno dei partner del progetto” ha poi proseguito il Direttore. “Ha dato ancora una volta prova di essere un organismo di protezione del territorio. Ma al tempo stesso un motore di sviluppo non solo per l’area protetta, ma per l’intera regione Calabria”.

Il Piano, che ricordiamo interessa ben 17 comuni montani silani sia del versante cosentino che di quello catanzarese. Darà la possibilità a giovani laureati – in qualsiasi disciplina – con meno di 35 anni di età. Disoccupati o inoccupati e residenti sul territorio regionale da almeno 6 mesi, di avere accesso a Vouchers. Doti occupazionali, Incentivi alle imprese e Contributi per le start-up e le micro-imprese.

“L’importante”, come ricordato dall’ing. Luigi Scarcelli, vicesindaco del comune capolista di San Giovanni in Fiore. “Sarà l’attinenza del progetto del PIAL presentato dai ragazzi al tipo di sviluppo sostenibile dell’area in cui andranno ad operare. Questo costituirà senz’altro una marcia in più ai fini della fase di selezione”.

Nuove opportunità di sviluppo sostenibile come “SILAvoro”. Possono generare effetti a cascata con ricadute positive sui livelli occupazionali di tutte le aree interessate sia attraverso la nascita di nuove imprese e cooperative. E di reti che le colleghino, che tramite la formazione e lo sviluppo professionale dei giovani coinvolti nel progetto.

FASE OPERATIVA DEL PILL “SILAVORO”

Da tenere presente, nelle parole dell’arch. Cosimo Cuomo, responsabile della Regione Calabria per il PLL, che “i giovani che prenderanno parte a SILAvoro. Per l’intera durata del percorso non potranno svolgere attività formative o lavorative non ricomprese nel PIAL stesso”.

Fermo restando che potranno comunque accedere a ulteriori finanziamenti, fino a 4800€. Erogati come rimborso spese, per frequentare nell’ambito del progetto corsi di formazione, anche all’estero, ecc.

Ora che la fase di preconoscenza del bando è stata completata, e si sono tenute tre riunioni – rispettivamente a Spezzano Piccolo e Zagarise. Nonché quella odierna al Parco Nazionale Della Sila – durante le quali sono stati valutati ulteriori dettagli, il PLL è entrato pienamente a regime.

Del resto l’interesse per il progetto si è dimostrato molto alto, e sul sito del PLL sono già stati registrati oltre 2.000 contatti. Ora non resta che attendere la presentazione delle candidature prima di partire con la loro selezione.

Commenta

commenti