Home / Attualità / Parco archeologico di Francavilla, al via sinergia con la Regione

Parco archeologico di Francavilla, al via sinergia con la Regione

Il parco archeologico di Francavilla Marittima

Il parco archeologico di Francavilla Marittima

Francavilla Marittima – Rilancio del Parco Archeologico di Francavilla Marittima, è stata firmata nei giorni scorsi la convenzione con la Regione Calabria. Visite guidate e laboratori didattici e scientifici. Coinvolgere privati ed associazioni, per la promozione del patrimonio culturale. Questo, l’obiettivo.
A darne notizia è il Sindaco Leonardo VALENTE che nei giorni scorsi, in occasione della firma dell’intesa a Lamezia Terme, ha incontrato l’assessore regionale alla cultura Mario CALIGIURI con il quale ha avuto modo di condividere e ribadire la necessità di facilitare l’ingresso e l’azione dell’imprenditoria privata a sostegno del rilancio e della fruizione dell’immenso patrimonio culturale e identitario dei territori.
Strategie e obiettivi comuni per la conservazione, il recupero e la valorizzazione dei beni culturali presenti sul territorio regionale suscettibili di interventi finalizzati alla fruizione e alla gestione integrate.
Sono, questi, gli obiettivi sottesi alla firma del Protocollo con diversi sindaci calabresi.
Azione coordinata tra soggetti; questo è il metodo.
Attraverso questo accordo esecutivo per la valorizzazione dei beni culturali di appartenenza pubblica in Calabria, il Dipartimento 11 della REGIONE CALABRIA, il MIBACT ed il Comune di Francavilla intendono promuovere e realizzare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione di questo immenso patrimonio culturale.
Il protocollo prevede il coinvolgimento diretto di soggetti privati interessati alle gestione dei servizi strumentali a migliorare la conoscenza e l’accessibilità del sito culturale.
Visite guidate e assistenza didattica, laboratori didattico-culturali e laboratori tecnico-scientifici. Sono, questi, i servizi per il famoso parco archeologico di Francavilla.
Regione e Comune chiamano a raccolta piccole e medie imprese, consorzi o reti di imprese, associazioni e fondazioni.

Commenta

commenti