Home / In Evidenza / Papasso si appella ai colleghi di Corigliano e Rossano

Papasso si appella ai colleghi di Corigliano e Rossano

papasso“Andiamo oltre e costruiamo la Città di Sibari“. E’ l’accorato appello che il sindaco di Cassano Gianni Papasso rivolge ai colleghi Stefano Mascaro e Giuseppe Geraci, primi cittadini di Rossano e Corigliano.
“Lungi dal voler interferire con le decisioni prese nei Consigli Comunali, centro della più assoluta democraticità, delle città di Rossano e Corigliano, sono tuttavia convinto che per creare prospettive concrete di sviluppo e di crescita dell’Area di Sibari bisogna intraprendere una collaborazione. Che interessi tutti i Comuni della fascia Jonica Sibarita. Almeno tra quelli che insieme stanno redigendo il PSA e il Comune di Villapiana. Questi, infatti, sono accomunati tra loro da una serie di peculiarità e interessi comuni. Che devono servire per fare insieme squadra.

PAPASSO: NON VOGLIAMO IMPEDIRE LA FUSIONE

A tutelare questa tesi ci viene in aiuto anche la legge 56/2014 che incoraggia l’aggregazione territoriale. Cassano, pertanto, non vuole impedire la fusione di realtà come Rossano e Corigliano. Ma vogliamo contribuire alla creazione della Città di Sibari. Che sicuramente può dare notevoli vantaggi alla Sibaritide a 360 gradi. Chiedo alle due macro aree di Corigliano – Rossano di fermarsi un attimo e valutare la possibilità di tendere la mano ad una collaborazione univoca e fattiva con tutta la realtà Sibarita. Dimostrando di avere a cuore le sorti ed il futuro della nostra collettività. Ciò permetterebbe di legare i territori su progetti fattivi. Attraverso una forte concertazione per uno sviluppo unitario e per fare un salto di qualità, collaborando proficuamente.

Sicuramente l’unità sta alla base della crescita dei territori. E se adottassimo, ognuno di noi, proprio questo modo di agire collaborativo sicuramente si potranno ottenere molti più risultati. La Città di Sibari sarebbe, a tutti gli effetti, una città metropolitana. Con tutte le conseguenze positive che ne deriverebbero.

Commenti