Home / Breaking News / Papa Francesco a Cassano: “Vi ringrazio della calda accoglienza. Pregate per me”

Papa Francesco a Cassano: “Vi ringrazio della calda accoglienza. Pregate per me”

IMG-20140621-WA0064IMG-20140621-WA0065IMG-20140621-WA0066IMG-20140621-WA0067IMG-20140621-WA0068IMG-20140621-WA0069IMG-20140621-WA0070IMG-20140621-WA0071IMG-20140621-WA0072IMG-20140621-WA0073IMG-20140621-WA0074IMG-20140621-WA0075IMG-20140621-WA0076IMG-20140621-WA0078IMG-20140621-WA0079IMG-20140621-WA0056IMG-20140621-WA0057IMG-20140621-WA0058IMG-20140621-WA0059IMG-20140621-WA0060IMG-20140621-WA0061IMG-20140621-WA0062IMG-20140621-WA0063IMG-20140621-WA0041IMG-20140621-WA0042IMG-20140621-WA0027IMG-20140621-WA0026IMG-20140621-WA0025IMG-20140621-WA0024IMG-20140621-WA0023IMG-20140621-WA0020IMG-20140621-WA0043 IMG-20140621-WA0044 IMG-20140621-WA0045 IMG-20140621-WA0046 IMG-20140621-WA0047 IMG-20140621-WA0048 IMG-20140621-WA0049 IMG-20140621-WA0050WEBCRONACAIMG-20140621-WA0002 – L’Eco dello Jonio attende Papa Francesco: ecco la papamobile su cui il Papa viaggerà nell’area urbana di Cassano. Il nostro giornale è stato consegnato ed è a bordo dell’automobile.

ORE 9 – Papa Francesco arriva a Castrovillari, dove incontra i dipendenti del carcere e immediatamente dopo i detenuti, fra cui anche il padre di Cocò, il bambino di Cassano ucciso e bruciato vivo a soli tre anni. Nell’incontro con il padre e le due nonne del piccolo, il Santo Padre ha avuto parole di grande conforto: “Mai più vittime della ‘ndrangheta. Prego continuamente per lui

ORE 10,45 – Papa Francesco si sposta a Cassano e inizia la sua visita pastorale. Durante l’incontro con gli ammalati dell’Hospice San Giuseppe Moscati, dove è stato accolto al grido di “Francesco uno di noi”, il Papa è stato protagonista di un simpatico episodio che lo ha visto costretto a chiedere l’intervento del Primario Imperiale perché estraesse una scheggia di legno dalla sua mano sinistra. Il Santo Padre si è poi trasferito nella cattedrale di Cassano. Durante il tragitto, il Papa ha regalato carezze e saluti a molti pellegrini che, dietro le transenne, lo hanno accolto con palloncini bianchi e gialli. In Cattedrale, Papa Francesco ammonisce i suoi sacerdoti: “Dobbiamo essere canali aperti attraverso cui far scorrere l’amore di Gesù, non schermi che non aiutano l’incontro con il Signore“.

ORE 12,50 – Papa Francesco è ancora in Cattedrale. Dopo il discorso ha risposto alle domande dei sacerdoti. In seguito si recherà al seminario diocesano “Giovanni Paolo I” per offrire il pranzo ai poveri della Caritas e ai giovani della comunità di recupero “Saman”.

ORE 15 – L’Area Insud, dove il Papa celebrerà la santa messa a partire dalle ore 16.30, è già gremita. In migliaia (si parla di 200mila fedeli) attendono l’arrivo del Santo Padre nonostante i 37° C, mitigati, fortunatamente, da una brezza leggera.

ORE 15,30 – Papa Francesco sta raggiungendo in auto la spianata di Sibari.

ORE 16 – Papa Francesco arriva nella Piana di Sibari per l’ultima tappa della sua visita pastorale dove i fedeli in attesa lo hanno accolto più che calorosamente.

Alcuni passi salienti della messa in corso di celebrazione: “Coloro i quali vivono di malaffare e di violenza, coloro che sono mafiosi sono scomunicati” –  “Giovani, come ho più volte già ripetuto, non lasciatevi rubare la speranza” – “Quando all’adorazione del Signore si sostituisce l’adorazione del denaro, si apre strada al peccato” – “La ‘ndrangheta è questo: adorazione del male e disprezzo del bene comune” – “Siamo un pioppo che adora Dio e cammina con lui” 

A conclusione della messa, Papa Francesco ha salutato i pellegrini con queste parole: VI RINGRAZIO DELLA CALDA ACCOGLIENZA. CHE DIO VI BENEDICA E PREGATE PER ME.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*