Home / Attualità / Paludi,Maierù: “Si può vivere tranquilli senza un piano emergenza comunale?No”

Paludi,Maierù: “Si può vivere tranquilli senza un piano emergenza comunale?No”

piccolo festival delle spartenzePaludi. Palmino Maierù interviene con una nota sul piano emergenza comunale, di cui ancora la cittadina sembrerebbe sprovvista. “Dopo i terremoti nel centro Italia la Stampa della nostra Regione si è interessata dei Piani di Emergenza comunali. Dalle loro ricerche è emerso che molti comuni della Calabria non sono dotati di questi Piani. Solo il 54% l’ha adottato e la Calabria è al quart’ultimo posto su scala nazionale. Sono stati citati i comuni sprovvisti di Piano di Protezione Civile – strumento fondamentale in caso di calamità – ricadenti nella zona 1 in cui possono verificarsi fortissimi terremoti e nella zona 2 (forti terremoti) in cui è ubicato Paludi, anch’esso sprovvisto.

In questa situazione molto pericolosa per la vita – preoccupato della mancanza di questo piano e quindi come affrontare i rischi e quale comportamento tenere in caso di terremoto, di frane, ecc. – ho cercato informazioni sui siti Istituzionali ed ho trovato che su 155 comuni della provincia di Cosenza solo 125 sono dotati del Piano trasmesso alla Protezione Civile Regionale. Fra i 30 che mancano c’è Paludi.Inoltre dal Dipartimento di Protezione Civile si è ricavato lo “Stato di attuazione degli studi di Microzonazione Sismica in Calabria”, aggiornato a luglio 2016, da cui risulta che nessun Comune della nostra costa jonica lo ha approvato, compreso Paludi.

PALUDI, PIANO EMERGENZA COMUNALE: MAIERU’ “PREOCCUPATO, HO SCRITTO ALLA PROTEZIONE CIVILE REGIONALE”

“Impensierito da questa situazione in cui viviamo ho scritto il 15/10/2017 alla Protezione Civile Regionale: «Potete confermarmi se il Comune di Paludi ha approvato o NO il Piano in base alla normativa aggiornata? Vi è stato inviato? Noi cittadini non sappiamo come comportarci». Il capo della Protezione Civile Dott. Carlo Tansi, che tanto di positivo sta facendo, mi ha risposto il 13/11/17 scrivendo anche al Sindaco di Paludi Baldino (allegando la mia richiesta): «Atteso che ad oggi non è ancora pervenuto agli atti della scrivente UOA “Protezione Civile” il piano comunale di emergenza di Paludi, si invita il Sindaco a verificare lo stato della propria pianificazione di emergenza e a procedere, con urgenza, alla redazione e/o all’aggiornamento della stessa, come sancito dall’art. 15 della legge n. 100/2012, inviandone copia alla scrivente UOA». Cosa è stato fatto?”

Commenta

commenti