Home / Attualità / Osservatorio fusione guarda con favore a Provincia Magna Graecia

Osservatorio fusione guarda con favore a Provincia Magna Graecia

Il Presidente Figoli assume l’impegno di inserire all’ordine del giorno l’adesione al Comitato Magna Graecia. Idea che richiama principi di pari dignità territoriale e una più giusta distribuzione demografica

magna graeciaLa Presidenza ed alcuni membri del Consiglio Direttivo dell’Osservatorio Permanente sulla Gestione e gli Effetti della Fusione CoRo hanno partecipato con vivo interesse alla 1^ uscita pubblica del Comitato per la Provincia della Magna Graecia. Nel corso dell’importante manifestazione è intervenuto il Presidente dell’Osservatorio Vincenzo Figoli che nel ringraziare i componenti della nuova organizzazione movimentista,   ha espresso positivi apprezzamenti al progetto invitando il Comitato ad andare avanti senza indugi. “Una revisione delle province calabresi per una più equa redistribuzione territoriale, sia in termini di superficie che in termini del numero di abitanti – ha affermato il Presidente Figoli – appare oggi più che mai necessaria ed indifferibile al fine di ridare dignità e centralità ad un intero territorio, quello della Sibaritide, bistrattato da decenni ormai dalla politica “cosenzacentrica.

Sibaritide e crotonese insieme – continua Figoli- rappresenterebbero un’unica area geografica storicamente simile per cultura, paesaggi, tradizioni nonché per la cronica necessità di erogare servizi alla pari di altre e più fortunate aree geografiche del panorama regionale e nazionale.Trasporti, viabilità, sanità, giustizia troverebbero maggiori possibilità di miglioramento in una provincia con co-capoluoghi Corigliano-Rossano e Crotone ed un numero di abitanti di circa 400.000 abitanti. Pensiamo, per esempio, alla possibilità di avere un Ospedale Hub e non solo semplici ospedali Spoke i cui limiti li stiamo vivendo sulla nostra pelle”.

IN CONSIGLIO LA PROPOSTA DI ADESIONE AL COMITATO

Il Presidente Figoli si è soffermato sugli aspetti industriali e il recupero delle aree dismesse. “L’area della centrale Enel di Corigliano-Rossano e l’area ex Pertusola di Crotone troverebbero maggiori risoluzioni in un ottica di sviluppo turistico e rilancio del territorio.” Il Presidente Figoli, infine,  ha assicurato di voler portare nel prossimo Consiglio direttivo dell’Osservatorio la proposta di aderire al Comitato che promuove l’idea di Provincia della Magna Graecia  e con essa condividere ogni decisione utile al raggiungimento degli obiettivi prefissati.           


Commenta

commenti